27 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2020 alle 17:42:13

Cronaca

Ancora lavori sul Punta Penna

Da sabato tornano i cantieri sul ponte. Il calendario di tutti gli interventi


Sabato ripartono i lavori (e i disagi?) sul ponte Punta Penna.

Anas comunica l’avvio di un’altra fase dei lavori di manutenzione «allo scopo di garantire la sicurezza degli automobilisti». Gli interventi, come già avvenuto nelle scorse settimane, renderanno necessari restringimenti della carreggiata. I lavori sul Punta Penna proseguiranno anche nei prossimi mesi.

Ecco il calendario comunicato dall’Anas: «sabato 12 e domenica 13 marzo 2016 verranno eseguiti interventi di riparazione e sostituzione dei giunti di dilatazione lungo rampa che da Taranto Centro permette l’immissione sul Ponte Punta Penna in direzione Martina Franca. Tra martedì 29 marzo e sabato 2 aprile 2016, poi, si lavorerà per il ripristino della pavimentazione stradale lungo tratti saltuari dell’asse principale del Ponte (dal km 0,000 al km 4,900) sia direzione Martina Franca che in direzione San Giorgio Jonico. Tra martedì 19 aprile 2016 e sabato 23 aprile 2016, inoltre, sempre per il ripristino della pavimentazione, si interverrà lungo la rampa che da San Giorgio Jonico permette l’immissione sul Ponte Punta Penna in direzione Martina Franca.

Nel prossimo mese di maggio, infine, è previsto il rifacimento della segnaletica orizzontale lungo l’asse principale del Ponte (dal km 0,000 al km 4,900) sia in direzione Martina Franca che in direzione San Giorgio Jonico». Dall’Anas garantiscono che «l’impegno volto a minimizzare i disagi per il traffico sarà massimo anche in questa altra fase dei lavori. Al fine di ridurre i disagi per il traffico, già nello scorso mese di febbraio – quando erano stati eseguiti gli interventi di manutenzione straordinaria sui giunti di dilatazione dell’infrastruttura – Anas, in costante contatto con gli Enti Locali territorialmente interessati, aveva incrementato i turni lavorativi dell’impresa esecutrice permettendo la conclusione delle attività con 2 settimane d’anticipo rispetto al programma previsto». In quell’occasione, però, si registrarono non pochi disagi per automobilisti e pendolari.

La speranza è che questa volta chi di competenza adotti le necessarie contromisure per evitare che il traffico vada in tilt paralizzando la città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche