31 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 31 Ottobre 2020 alle 15:37:55

Cronaca

Palazzo degli Uffici, i tecnici: non c’è pericolo di crollo

L'assessore Lonoce risponde alle accuse di Made in Taranto


Palazzo degli Uffici non corre alcun pericolo.

Lo assicura l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Taranto, Lucio Lonoce. Nei giorni scorsi l’associazione “Made in Taranto” aveva richiamato l’attenzione su un presunto rischio di crollo riguardante proprio lo storico palazzo che si affaccia su via D’Aquino. Secondo i rappresentanti dell’associazione, l’edificio sarebbe stato sprovvisto di coperture per oltre il 50% dei suoi tetti e quindi esposto a pioggia, grandine e neve. Pronta la replica dell’assessorato ai Lavori Pubblici del Comune. Dopo qualche problema con la società cui erano state affidate, in regime di concessione, la progettazione, la realizzazione e la gestione funzionale dell’immobile, il 22 aprile 2015 l’Amministrazione comunale è tornata in possesso del cantiere del Palazzo degli Uffici.

“In quella circostanza, sono stati immediatamente avviati – ha sottolineato l’assessore ai Lavori Pubblici – i seguenti lavori: è stata messa in sicurezza la recinzione esterna; sono stati eliminati tutti i vetri delle finestre lesionati; è stata ripristinata la sorveglianza, anche notturna, dell’immobile; sono state installate telecamere per la sorveglianza delle aree scoperte del cantiere; è stata eseguita un’attività dettagliata di verifica dello stato di fatto e dei luoghi e, infine, sono stati realizzati interventi ritenuti urgenti e indifferibili, tra i quali il ripristino della copertura e la verifica dei ponteggi esistenti. Lonoce ha precisato che la verifica statica effettuata dal professionista incaricato ha evidenziato che la condizione delle strutture murarie dell’intero edificio non è significativamente cambiata, rispetto alla situazione originaria, in conseguenza della sospensione dei lavori. I rilievi condotti hanno permesso, dunque, di affermare che non c’è alcun bisogno di realizzare opere per porre rimedio ad eventuali situazioni di pericolo o instabilità dello storico palazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche