29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Cronaca

Rapinato il distributore


TARANTO – Hanno aspettato che si avvicinasse l’orario di chiusura, per arraffare quanti più soldi possibile. Adesso, la Polizia è sulle tracce dei due rapinatori che sono entrati in azioni ieri sera. Poco prima delle ore 20, i poliziotti della Sezione Falchi e della Squadra Volante sono intervenuti presso il distributore di carburanti Agip che si trova sulla statale 106, in prossimità di Lido Azzurro, dopo la segnalazione della rapina verificatasi poco prima. E’ stato l’addetto alle pompe di benzina della stazione di servizio a riferire ai poliziotti cosa era accaduto. Ha racccontato di come due ragazzi, i cui occhi erano nascosti da grossi occhiali di sole, con uno di loro che impugnava una pistola, lo avevano costretto a consegnargli l’incasso: in tutto, circa 400 euro.

Lo stesso addetto ha poi spiegato che la coppia di banditi era riuscita a dilegursi, andando a piedi nelle stradine adiacenti. Proprio le stazioni di servizio di confermano come una sorta di bancomat dei ladri. Soltanto due settimane erano stati gli stessi poliziotti della volante a trarre in arresto un sorvegliato speciale, il 23enne Francesco Desantis, che poche ore prima nella notte aveva rapinato un benzinaio stavolta in viale Unità d’Italia. In quel caso Desantis, armato di coltello, sotto la minaccia dell’arma si era fatto consegnare l’intero incasso ammontante a circa 200 euro in banconote di vario taglio per poi dileguarsi. A distanza di qualche minuto gli stessi agenti, si recavano in viale Jonio, all’altezza delle scuole Cemm dove era stato segnalato un violento incidente stradale, nel corso del quale il conducente di una Fiat Punto, dopo aver causato l’urto, si era dileguato a piedi senza soccorrere l’altro automobilista rimasto coinvolto nell’incidente. Nell’auto c’erano un maglione nero – molto simile a quello indossato dal rapinatore – e delle fotocopie di documenti relativi alla sottoposizione della sorveglianza speciale di Desantis, che è stato identificato come l’autore del colpo e per questo tratto in arresto.

G.D.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche