Cronaca

Lavori non autorizzati: scatta il sequestro

Operazione del Corpo Forestale dello Stato nella murgia laertina


LATERZA – Aveva eseguito movimenti di terra in un’area della murgia laertina senza alcuna autorizzazione.

Un laertino è stato pertanto segnalato all’autorità giudiziaria dagli agenti della Stazione di Laterza del Corpo Forestale dello Stato. L’area interessata dai lavori è stata sottoposta a sequestro, per evitare che si potessero aggravare le conseguenze del reato e ai fini di una eventuale confisca. La persona denunciata aveva eseguito livellamenti e riempimenti, con materiali diversi per morfologia da quelli tipicamente murgiani, senza munirsi preventivamente delle prescritte autorizzazioni edilizie e paesaggistiche.

L’area interessata dal sequestro, la cui estensione supera i diecimila metri quadrati, ricade nel territorio della murgia laertina, caratterizzata da roccia calcarea sulla quale lo scorrere delle acque meteoriche ha creato, attraverso fenomeni erosivi, formazioni carsiche con tipici solchi e avvallamenti, andando a costituire un territorio di particolare pregio e per questo rientrante tra le bellezze naturali tutelate dal Vincolo Paesaggistico. I lavori che vengono eseguiti in quelle aree, pertanto, necessitano di specifiche autorizzazioni, in assenza delle quali si configura, tra gli altri, il reato di distruzione o deturpamento di bellezza naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche