Cronaca

Il ritardo tecnologico, altro ostacolo per la parità uomo-donna

Un laboratorio sul divario di genere in ambito tecnologico


Dedicato al mondo femminile, il laboratorio di formazione contro il divario di genere in ambito tecnologico ed informatico denominato “Think Pink- Think Digital”.

L’iniziativa, prevista per il 9 marzo nella sede di Giurisprudenza di via Duomo (ore 9), oltre a fornire un quadro ampio sulle novità introdotte dalla legge, consentirà a tutte le giovani donne e studentesse di meglio comprendere obiettivi quali la cittadinanza attiva, lo sviluppo personale nonché la promozione di abilità trasversali, tra cui quelle digitali, necessarie affinché possano costruire nuovi percorsi di vita e lavoro, anche autoimprenditivi, fondati su uno spirito pro-attivo, flessibile ai cambiamenti del mercato del lavoro, cui inevitabilmente dovranno far fronte nell’arco della loro carriera.

Organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Taranto, con l’egida dei Comitati Education e Capitale Umano, Responsabilità Sociale d’Impresa e Politiche di Genere di Confindustria, il laboratorio, reso possibile anche grazie alla collaborazione del Liceo Scientifico Statale “Battaglini” di Taranto, prevede in apertura l’introduzione di Beatrice Lucarella, vicepresidente Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Taranto, e della dirigente scolastica del Liceo Battaglini Patrizia Arzeni. Seguiranno gli interventi di Barbara Gambillara, esperta di Politiche di Genere; Luca Grillo, responsabile regionale Rosa Digitale Puglia; Angela Del Giudice, innovation blogger e fondatrice di Handy Innovation, Tiziana Nicotera, Imprenditrice Digital, e di Marcovalerio Cervellini, Polizia Postale e Telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche