20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 20 Ottobre 2020 alle 06:40:48

Cronaca

Slitta il bilancio ma l’opposizione grida allo scandalo

Bagarre in Consiglio dopo il rinvio: «Solo un espediente»


TARANTO – «Manca il parere della commissione». Questa, almeno ufficialmente, la motivazione che ha spinto l’Amministrazione Stefàno a far slittare la discussione del rendiconto 2015 e del previsionale 2016 alla prossima settimana.
La mancata approvazione di almeno uno degli atti di bilancio causerebbe lo sciogliemento del Consiglio comunale. I numeri risicati della maggioranza, forse, hanno fatto scendere il sindaco a più miti consigli visto che tutto è stato rinviato. In ogni caso la massima assise municipale dovrà esprimere un parere sui bilanci entro l’8 giugno. Lo slittamento della discussione, però, secondo alcuni esponenti dell’opposizione potrebbe avere anche un’altra chiave di lettura. A gridare allo scandalo è Giampaolo Vietri (Forza Italia). «E’ soltanto un espediente per prendere tempo. Sugli atti di bilancio manca il parere della commissione perchè la maggioranza non ha voluto esprimersi». Dello stesso avviso Dante Capriulo (Noi democratici per la città che vogliamo): «Così facendo vogliono soltanto rimandare il problema per affrontarlo solo a pochi giorni dalla scadenza del termine ultimo dell’approvazione. Così facendo si aumenta il potere del diciassettesimo consigliere». Nei giorni scorsi la raccolta firme dei consiglieri di opposizione per lo scioglimento del Consiglio. In cinque hanno firmato le dimissioni (Liviano, Capriulo, Tribbia, Cannone e Vietri). Ai fini dello scioglimento ne servirebbero 17, ovvero altre 12. Critico anche il commento di Alfredo Spalluto (Taranto democratica) che in una nota ha spiegato: «Il Consiglio comunale è chiamato ad approvare il bilancio preventivo nei prossimi giorni. Per quanto mi riguarda questo bilancio allo stato non ha il parere favorevole dei Revisori a meno di opportuni correttivi. Se questa condizione di parere negativo dovesse persistere e non dovessero applicarsi gli opportuni correttivi richiesti, il mio voto personale non sarà a favore». Il sindaco Stefàno, presente alla seduta odierna del Consiglio, ha relazionato in merito ai rilievi degi ispettori del Ministero dell’Economia sui conti del Comune: «I nostri tecnici risponderanno punto per punto». Ad assistere ai lavori del Consiglio anche una nutrita delegazione di ex lavoratori di Isolaverde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche