22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 06:45:31

Cronaca

Facciamo pace. E volano pugni, schiaffi e calci


TARANTO – Dovevano incontrarsi per fare la pace, ma é finita in rissa. Tutta colpa dei dissapori tra due famiglie. L’appuntamento era fissato intorno alle 19 di ieri in via Georgiche. Il rancore tra le famiglie Telese e Pontrella, però ha avuto il sopravvento sui propositi di riconciliazione. Niente chiarimento, quindi, ma botte da orbi. Il 18enne Piergiuseppe Pontrella, già noto alle forze dell’ordine, accompagnato da Angelo Mosca, 21enne, é arrivato nel luogo d’incontro. Poche parole e poi si è passati subito alle mani. Niente scuse, abbracci riconciliatori o pacche sulle spalle. Ma tra i contendenti sono volati ceffoni, pugni e calci. Ad aiutare Graziano Telese, di 21 anni, il padre Umberto Telese, 43enne già noto alle forze dell’ordine e l’amico Alessio Picierro, 25 anni.

In pochi attimi tra i cinque é scoppiata una vera e propria battaglia. E’ stato l’intervento immediato dei Carabinieri ad evitare il peggio. Fortunatamente c’era una “gazzella” nelle vicinanze, che stava svolgendo un normale servizio di pattugliamento. Aveva appena controllato proprio i Telese e il loro amico Alessio Picierro. Durante la perquisizione personale nelle tasche di Umberto Telese era stato trovato e sequestrato anche uno spinello. Dopo aver sedato la rissa, i carabinieri hanno accompagnato i cinque fermati in caserma, dove sono stati medicati dal personale del 118. Tutti infatti riportavano gli evidenti segni dello scontro. Subito dopo i cinque rivali sono stati condotti nelle rispettive abitazioni dove resteranno ai domiciliari.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche