21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 16:41:48

Cronaca

Chiusura della Corte d’Appello di Taranto, oggi l’assemblea pubblica

La protesta dei sindacati pubblico impiego di Cgil, Cisl e Uil


"Un Paese in cui i propri cittadini rinunciano ad avere giustizia è un Paese con una democrazia fortemente indebolita; un Paese il cui cattivo funzionamento della Giustizia allontana gli investitori, è un Paese che non ha speranza di uscire dalla crisi economica”.

Le categorie del pubblico impiego di Cgil, Cisl e Uil di Taranto hanno organizzato per venerdì 4 marzo, dalle ore 11 alle 14, presso la Corte di Appello di Taranto una assemblea pubblica per riflettere insieme ai vertici degli organi giudiziari tarantini, all’Anm ed ai parlamentari del territorio, sulla paventata soppressione non solo della Corte di Appello, ma anche degli altri uffici giudiziari collegati (Tribunaleper i Minorenni e relativa Procura, Procura Generale e Tribunale di Sorveglianza).

“Infatti, nel pacchetto di riforma della Giustizia, proposta già nell’agosto del 2014, è prevista la soppressione di alcune Corti di Appello, ed in maniera particolare delle sezioni distaccate come Taranto; si attende , in proposito , la relazione tecnica della Commissione Ministeriale istituita presso il Ministero della Giustizia che dovrà concludere i lavori entro la fine di marzosi legge in una nota- tali tagli metterebbero in discussione il diritto alla giustizia da parte dei cittadini e, contestualmente, potrebbero determinare un probabile trasferimento “coatto” di un centinaio di lavoratori, con le inevitabili conseguenze sul piano economico e famigliare. Le organizzazioni sindacali non vogliono portare avanti una “mera rivendicazione campanilistica”, ma le proprie preoccupazioni si fondano su dati oggettivi, che dimostrano che i carichi di lavoro sono talmente elevati da non giustificare in alcun modo la soppressione.

Tale soppressione sacrificherebbe ulteriormente sia la domanda di giustizia dei cittadini, sia le esigenze di sicurezza del territorio. Con questa iniziativa le organizzazioni sindacali offrono una occasione di riflessione comune per definire tutte le iniziative possibili a difesa del Servizio Giustizia nel nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche