24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca

Incidente all’Eni, un operaio è in gravissime condizioni

Ferito anche un collega. L'uomo è stato colpito da un pesantissimo tornio


Un operaio è in prognosi riservata mentre un suo collega è stato medicato e dimesso. E’ il bilancio di un grave incidente sul lavoro avvenuto ieri sera, dopo le 22.30, nello stabilimento Eni.

Ad avere la peggio un trentaduenne brindisino, G.G., che è stato ricoverato nell’ospedale Ss. Annunziata. E’ in condizioni molto gravi in quanto è stato schiacciato da un tornio levigatore del peso di 250 chilogrammi riportando traumi al torace e all’addome con sospetta lesione degli organi interni. Secondo una prima ricostruzione pare che i due operai, dipendenti di una ditta dell’appalto, durante lavori di manutenzione siano stati colpiti da una macchina barenatrice che serve per pulire la parte interna dei tubi.

Si è sganciata dalla gru che la trasportava. L’incidente si è verificato nel reparto Soi 1, che, come si diceva, era al momento fermo per lavori di manutenzione. Mentre uno dei due operai ha riportato solo lievi ferite ed è stato già dimesso, l’altro è stato colpito al petto e all’addome.

Il 32enne brindisino è stato ricoverato nel nosocomio di via Bruno, nel reparto di rianimazione, con riserva di prognosi. Le sue condizioni destano preoccupazione. All’interno della raffineria sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e gli ispettori dello Spesal che hanno eseguito i rilievi per accertare l’esatta dinamica dell’incidente e le eventuali responsabilità. Secondo fonti sindacali si è appreso che è in corso, all’interno dell’azienda, una riunione con i rappresentanti della sicurezza. Le organizzazioni di categoria chiedono che si faccia piena luce sul grave incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche