21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Cronaca

“Pirata” della strada investe ciclista e fugge


TARANTO – Ha investito con l’auto un ciclista e anzichè soccorrerlo è fuggito. E’ accaduto stamattina, intorno alle 9, sul ponte Punta Penna , nei pressi dello svincolo per Martina Franca. Il ciclista, un cinquantatreenne tarantino, è stato preso in pieno dalla Opel Corsa condotta da un sessantatreenne. Un volo di qualche metro la bici da corsa distrutta e la fuga dell’automobilista. In quei frangenti in zona stava transitando, per i quotidiani controlli, una pattuglia della Polizia stradale che ha subito chiamato i soccorritori del 118 e si è posta alla ricerca dell’automobilista che si era dato alla fuga. Il ferito è stato condotto all’ospedale “SS. Annunziata” ed affidato alle cure dei medici del pronto soccorso. E’ stato subito sottoposto ad una tac. Guarirà in un mese. A salvargli la vita il casco protettivo. Nel giro di poco gli agenti della polizia stradale, diretti dal dottor Giacomo Mazzotta e dagli ispettori Accogli e Marcuccio, hanno rinvenuto la Opel Corsa che aveva investito il ciclista.

Era stata abbandonata nel vicino quartiere Paolo VI. L’utilitaria, che tra l’altro non aveva copertura assicurativa, è stata posta sotto sequestro. Il conducente della vettura, che ha preferito allontanarsi senza soccorrere il ciclista, è stato successivamente rintracciato e condotto negli uffici della Polstrada. E’ stato identificato e denunciato a piede libero per i reati di omissione di soccorso e lesioni. Un episodio analogo si era verificato nelle settimane scorse sulla Palagiano- Castellaneta solo che in quella circostanza un romeno di quarant’anni aveva perso la vita. Investito da un’auto pirata. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, stava camminando sulla provinciale Palagiano-Castellaneta, quando intorno alle 5 di mattina era stato travolto da un automezzo, il cui conducente aveva proseguito la corsa. L’uomo era deceduto all’istante. Intanto sono ancora gravi le condizioni dell’anziana che, ieri sera, è stata investita nel centro di San Giorgio Jonico, sulla via per Lecce. E’ stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e ora è ricoverata, in prognosi riservata, all’ospedale “SS. Annunziata” . La donna, che ha sessantanove anni, è stata travolta mentre attraversava la strada. L’impatto è stato violento e la malcapitata, investita da una macchina guidata da un’altra donna, è caduta rovinosamente sull’asfalto. E’ stata subito soccorsa e a bordo di un’autoambulanza del 118 trasportata all’ospedale “SS. Annunziata” di Taranto. Sul posto per i rilievi sono intervenuti i carabinieri e la polizia municipale di San Giorgio Jonico. Come detto è stata sottoposta ad un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono molto gravi. La donna è in stato di coma. Infine sono stazionarie le condizioni del diciassettenne tarantino rimasto gravemente ferito in un tremendo incidente stradale avvenuto sulla Taranto- San Giorgio Jonico e nel quale hanno perso la vita due suoi amici ventenni. Il giovane che era a bordo della Renault Clio è ricoverato con riserva di prognosi nel reparto di chirurgia dell’ospedale Santissima Annunziata. Il ragazzo subito dopo l’incidente è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Deceduti sul colpo invece Marco Lospinuso e Gianluca La Gioia, 21 e 19 anni, nella notte tra martedì e mercoledì. La loro auto si è schiantata contro uno spartitraffico alle porte di San Giorgio Ionico. Un altro incidente in cui a perdere la vita sono stati due giovanissimi. Nel pomeriggio di giovedì l’ultimo saluto ai due ragazzi. Un’unica cerimonia per entrambi nella chiesa del rione Salinella, affollatissima: Gianluca e Marco erano cresciuti insieme nello stesso rione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche