x

23 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Maggio 2022 alle 22:57:00

Cronaca

Nella giungla di via Cesare Battisti. «Città sporca e maleodorante»

Dal centro alla periferia cresce l’allarme


«Siamo in una giungla? No, è “soltanto” un marciapiede di via Cesare Battisti». La segnalazione, corredata da foto, ci arriva direttamente da un residente della zona e mette in evidenza la situazione di degrado in cui si trovano alberi ed aiuole di via Cesare Battisti.

Sull’argomento si registra l’intervento dell’on. Vincenza Labriola. La deputata tarantina ha messo in luce come «Taranto sia una città sempre più sporca e maleodorante. Nel centro storico come nelle periferie l’immondizia per le strade, i marciapiedi ricoperti di escrementi e gli odori nauseabondi, sono all’ordine del giorno. Uno spettacolo indegno al quale i cittadini sembrano essersi colpevolmente rassegnati, e che l’amministrazione comunale non contrasta efficacemente. Se è vero che certe cattive abitudini dei tarantini contribuiscono a rendere ancora più degradata la nostra città, il Comune sembra non rendersi conto che quel poco che viene fatto non basta.

L’igiene pubblica non può essere un elemento opzionale, la città non deve essere abbandonata al brutto e al degrado. Servono programmi di pulizia incisivi, a partire da una raccolta più frequente dei rifiuti e dal lavaggio di strade, piazze e marciapiedi con disinfettanti. E’ necessario, inoltre, un programma mirato di derattizzazione». La parlamentare tarantina chiede un intervento della Polizia locale utile a ridare dignità alla città. «L’amministrazione, attraverso i vigili urbani, deve pretendere al tempo stesso che le regole vengano rispettate, punendo chi sporca e chi rende Taranto invivibile. Il cambiamento è possibile, serve solo la volontà di attuarlo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche