Cronaca

Finalmente saldi: istruzioni per l’uso

Oggi il via. C'è il vademecum di Confcommercio Taranto


TARANTO –  Cominciano oggi i saldi estivi. Nelle attività – soprattutto del settore moda –  fervono i preparativi per l’allestimento degli stand e delle vetrine. Come sempre  arrivano le istruzioni per l’uso di Confcommercio per un sereno avvio della stagione saldi.  
Domani tutti i negozi del settore moda saranno aperti. Una lunga maratona che includerà anche la mattinata di   lunedì 4,  ed infatti  non sarà osservata  la consueta chiusura antimeridiana. Dal lunedì 11 luglio si riprende con la chiusura della mezza giornata. Intanto, per tutto il mese di luglio, come  proposto dal direttivo di Federmoda,   il sabato sera i negozi resteranno aperti, mentre il lunedì mattina chi lo vorrà potrà effettuare il riposo.  Naturalmente si tratta di una indicazione e non di un obbligo,
PUBBLICITÀ DEI PREZZI – Il prodotti esposti per la vendita al dettaglio nelle vetrine esterne o all’ingresso del locale e nelle immediate adiacenze dell’esercizio o su aree pubbliche o sui banchi di vendita, ovunque collocati, devono indicare, in modo chiaro e ben leggibile, il prezzo di vendita al pubblico, mediante l’uso di un cartello o con altre modalità idonee allo scopo.
La pubblicità dei prezzi delle merci esposte varia secondo due modalità di vendita: negozi con vendita assistita e negozi con vendita non assistita
Negozi con vendita assistita: 1. Quando sono esposti prodotti identici dello stesso valore, lo sconto o ribasso sul prezzo normale di vendita è sufficiente che sia indicato in un unico cartello.
2. Quando le merci esposte sono di tipologia identica ma di valore differente, lo sconto o ribasso sul prezzo normale di vendita deve essere indicato su i singoli prodotti.
3. Quando le merci esposte sono di tipologie diverse, il prezzo deve essere indicato su ogni singolo prodotto.
Negozi con vendita non assistita: negli esercizi di vendita e nei reparti degli esercizi organizzati con il sistema di vendita del libero servizio, lo sconto sul prezzo normale di vendita deve essere indicato per tutte le merci esposte al pubblico, anche se si tratta di merci di identico valore.
Saldi SiCURI – Nei negozi Associati Confcommercio di Taranto sono garantite le norme in materia di vendite di fine stagione o saldi , grazie al protocollo d’intesa “Saldi Sicuri”, sottoscritto con le locali Associazioni dei consumatori.
1. Cambi: Durante le vendite di fine stagione o saldi l’operatore commerciale si impegna a sostituire o a rimborsare entro 8 giorni dall’acquisto o comunque nel termine più breve possibile, i capi che presentano gravi vizi occulti esclusivamente dietro presentazione dello scontrino fiscale relativo.
2. Prova dei capi: Durante l’acquisto dei prodotti di fine stagione o saldi il cliente ha diritto di provare i capi per verificarne la corrispondenza della taglia ed il gradimento del prodotto. 3. Pagamenti: Durante le vendite di fine stagione o saldi l’operatore commerciale non potrà rifiutare il pagamento della vendita a mezzo carta di credito.
4. Uniformità dei prezzi: La catena dei negozi che effettua le vendite di fine stagione o saldi si impegnano a porre in vendita negli esercizi che effettuano tali vendite, gli stessi prodotti allo stesso prezzo, impegnandosi in caso di variazione del prezzo, a praticare la variazione in tutti i punti vendita contemporaneamente.
5. Riparazioni: Qualora il costo per l’adattamento o la riparazione dei capi acquistati fosse a carico del cliente, l’operatore commerciale dovrà darne preventiva informazione al cliente e dovrà esporre ben visibile un cartello informativo nel quale si dichiara espressamente che: “Le riparazioni sono a carico del cliente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche