14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Aprile 2021 alle 15:33:27

Cronaca

Ancora lavori. Ingorghi sul Punta Penna


TARANTO – Ponte Punta Penna, una mattinata di ordinario caos. Anche questa volta gli automobilisti, costretti a fare i conti con i lavori “a singhiozzo” e traffico stradale selvaggio, dicono basta. Per l’ennesima volta un intervento, effettuato tra l’altro in un orario di punta, ha mandato il traffico in tilt. Per un restringimento della carreggiata gli automobilisti, infuriati, hanno impiegato più di un’ora per attraversare il ponte. Lavori che, come é accaduto stamattina, dopo lunghi periodi di stop, riprendono per poi interrompersi ancora. I cittadini che quotidianamente percorrono quella strada restano imbottigliati nel flusso di auto che arriva nel capoluogo da diversi paesi della provincia ionica: Grottaglie, Martina, Paolo VI e anche da Bari.

Da circa un mese é stato tolto il cantiere sul Punta penna, ma stamattina altre strutture ingombranti, come quelle per effettuare i lavori, hanno ristretto la carreggiata. Diverse le segnalazioni giunte questa mattina in redazione, per telefono e via mail. “Anche questa mattina ho dovuto fare i conti, oltre che con il caldo, con il traffico paralizzato sul Ponte Punta Penna”, sostiene Fabio, spiegando che per diverse ore su quella che é una delle principali arterie della città dei due mari, si é formato un serpentone di auto, pullman e camion, tutti con lo sguardo all’orologio. Questa mattina a rallentare il traffico sono stati i mezzi che tagliavano l’erba al ciglio della strada. Una nobile causa, in un periodo come questo, in cui si verificano molti incendi. Ma ciò che i nostri cittadini lamentano é che i lavori sul Ponte vengono effettuati in orari di punta e senza preavviso, creando non pochi disagi agli automobilisti. “I lavori sul Ponte Punta Penna spettano all’Anas – spiega un lettore, Carlo, allegando in una e-mail la foto dell’ingorgo – ma Comune e Provincia dove sono? Perché non si fanno valere chiedendo almeno un preavviso e un’organizzazione diversa dei lavori?”. Insomma disagi inutili, sommati a tempi biblici e all’interruzione anche della Circummarpiccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche