Cronaca

«Tra un mese l’estate sarà finita e non c’è ancora una programmazione turistica»

L'intervento della Confcommercio


“Fra trenta giorni circa la grande festa dell’estate sarà finita, e ancora una volta avremo perso un’occasione – l’ennesima – per promuovere Taranto fuori dai confini provinciali e per costruire occasioni di richiamo turistico”.

È quanto si legge in una nota di Confcommercio. “Quest’anno, che non ci sarà la programmazione estiva di Puglia Promozione, momentaneamente congelata dall’assessorato al Turismo troppo concentrato (sic!) sulla programmazione strategica del Piano Turistico Regionale, i territori dovranno fare da se. Tuttavia, ci sono comuni e comuni. Quelli che al di là della Regione programmano cose, iniziative e addirittura cartelloni estivi perché non possono permettersi di perdere una stagione turistica, e quelli che stanno fermi perché non sanno come fare ad organizzarsi.

Taranto evidentemente appartiene alla seconda categoria. Siamo a metà luglio e ancora non si sa se ci sarà un programma di eventi, se il Comune di Taranto ha pensato di organizzare qualcosa che possa essere un’occasione di richiamo se non turistico quanto meno di modesto intrattenimento serale per chi deciderà di trascorre qualche ora in città, senza dover necessariamente migrare in provincia. I comuni confinanti della provincia, brillano per vivacità di proposte e addirittura – ma, anche questo non va bene – fanno a gara per strapparsi i turisti con sagre e serate in piazza, organizzate semmai nella stessa data.

Bene, non ci si attende che il Comune di Taranto organizzi le sagre, ma nemmeno che rinunci del tutto a coordinare un minimo di eventi, semmai anche solo quelli organizzati con generosa passione da associazioni e sodalizi, a cui peraltro la stessa Amministrazione offre il patrocinio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche