17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Cronaca

Bus Amat in fiamme. L’autista resta ferito


TARANTO – Un autista dell’Amat è rimasto ustionato mentre tentata di spegnere un incendio scoppiato nel vano motore di un bus. Paura alle 6.30 di stamattina a bordo di un pullman dell’Amat che era in sosta nel piazzale del porto mercantile, dove si è sviluppato un piccolo incendio. Le fiamme sono state causate dalla rottura improvvisa della cinghia di trasmissione. Immediato è stato l’intervento dell’autista il quale, utilizzando l’estintore in dotazione al bus, ha avviato l’opera di spegnimento del fuoco. E’ stato necessario l’uso di altri quattro estintori, prelevati dagli altri mezzi in sosta sul piazzale, per domare completamente le fiamme. Durante l’intervento il conducente ha riportato ustioni a tre dita della mano destra e, dopo le cure ricevute al pronto soccorso, gli sono stati concessi sette giorni di prognosi.

Al terminal bus sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale e i soccorritori del 118 i quali hanno provveduto ad accompagnare all’ospedale “SS. Annunziata” l’autista che è rimasto ustionato alla mano destra. L’azienda sottolinea la prontezza e l’abnegazione dimostrate dal lavoratore nell’intervenire per limitare la portata dell’incendio. “A lui va tutta la solidarietà degli amministratori e dei dirigenti per le conseguenze del suo encomiabile comportamento e l’apprezzamento per quanto ha fatto con gli auguri di una rapina guarigione” ha scritto in una nota il presidente dell’Amat, Walter Poggi. Nei giorni scorsi paura anche sulla strada per Mottola a causa dell’incendio di un pullman di turisti tedeschi. Il bus che proveniva dal Salento era diretto a Bari. All’improvviso a bordo era divampato un incendio. Intervento dei vigili del fuoco ma il bus era andato completamente distrutto. Tanta paura, qualche scena di panico ma per fortuna nessun danno per i turisti tedeschi, Traffico bloccato per un’ora. Oltre ai vigili del fuoco sono intervenuti la Polizia municipale e i carabinieri della caserma di Mottola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche