18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 14:47:29

Cronaca

170 milioni di Euro per lo sviluppo del nostro porto


TARANTO – Sviluppo dei traffici dei container nel porto di Taranto. Si è tenuta questa mattina, presso gli uffici della Presidenza del Consiglio dei Ministri la sottoscrizione dell’accordo per il rilancio dello scalo portuale ionico. Alla cerimonia hanno partecipato il ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca, delle Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera e dell’Ambiente Corrado Clini, il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il Presidente della Provincia Gianni Florido, il sindaco Ippazio Stefàno ed il Commissario Straordinario Sergio Prete. L’intesa, finalizzata al potenziamento infrastrutturale e dei servizi dello scalo pugliese, anche con effetti positivi sul piano occupazionale, garantirà lo sviluppo dei traffici containerizzati.

Il finananziamento pubblico si aggira intorno a 170 milioni di euro. L’Autorità portuale di Taranto si farà carico di uno stanziamento di 90 milioni di euro. 35 i milioni messi a disposizione dalla Regione. I Ministeri che hanno sottoscritto l’accordo (Coesione territoriale, Ambiente e Infrastrutture e Trasporti) garantiscono un’accelerata nel rilascio dei pareri per le opere. L’Autorità portuale si impegna, invece, a realizzare le opere di riqualificazione della banchina del terminal contenitori per consentire i dragaggi dei fondali a -16,50 metri. I fondi messi a disposizione dalla parte pubblica saranno utilizzati per effettuare i lavori del primo lotto della diga foranea e per effettuare dragaggi e bonifiche. La parte privata, invece, sta investendo nell’acquisto di quattro gru, di ultima generazione, per scaricare le navi contenitori da 14mila teu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche