28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 08:11:24

Cronaca

«La mia ricetta per la ripresa»

Intervista ad Alan Friedman, a Taranto in occasione de “L’Angolo della Conversazione”


Italia, Europa, Brexit, e Berlusconi. Sono gli argomenti toccati dal giornalista, conduttore televisivo e scrittore statunitense Alan Friedman ospite nei giorni scorsi de “L’Angolo della Conversazione”, manifestazione organizzata dalla Bcc San Marzano in collaborazione con la direzione dello stabilimento balneare Yachting Club e il Festival del Libro Possibile.

Friedman è in giro per l’Italia a presentare “My Way”, biografia di Silvio Berlusconi che lo stesso autore definisce «scevro da condizionamenti e imparziale». Il volume è frutto di una full immersion di diciotto giorni nel mondo berlusconiano.

A dialogare con l’autore è stata la giornalista Annamaria Rosato. Il direttore della Bcc di San Marzano di San Giuseppe, Emanuele Di Palma ha aperto la serata sottolineando la presenza di pubblico che sancisce ogni anno la riuscita della manifestazione.

Alan Friedman, come potrà l’Italia risollevarsi dalla crisi?
«L’italia è in una fase ripresa molto fievole. Il Paese continua a soffrire perché non è riuscito a varare le riforme necessarie che altri come Inghilterra e Germania hanno già realizzato vent’anni fa. Riforme che nel ventennio berlusconiano non si sono volute o potute fare. Ne stiamo pagando le conseguenze. Ammetto che Matteo Renzi, nonostante risulti poco amato dagli italiani, nemmeno io sono renziano, sta cercando con difficoltà di portare avanti tali riforme. Il Jobs Act, ad esempio, per me è legittimo. E i fatti parlano, grazie a un incremento significativo di posti di lavoro con contratto a tempo indeterminato e la diminuzione dei licenziamenti. La flessibilità del mercato del lavoro è fondamentale per i piccoli imprenditori. L’altro problema dell’Itala è rappresentato dalla crisi delle banche. La questione è stata messa sotto la moquette per molto tempo. Personalmente sono a favore di una soluzione che preveda aiuti dello Stato come forma di garanzia. Anche se le regole di Maastricht non lo permettono, Renzi fa bene a fare la voce grossa con Bruxelles. Se l’Italia non riesce ad affrontare il punto, saremo vittime di fenomeni di insolvenze. Attenzione, le banche italiane sono solide, non c’è un rischio sistemico. I risparmiatori non rischiano nulla. E’ la volatilità dei mercati finanziari legate alle preoccupazioni delle solidità bancarie che può danneggiare ulteriormente l’economia italica. Banche, crescita fievole e Brexit ostacoleranno il processo di crescita ma io resto ottimista perché gli italiani sono capaci di dare il loro meglio un minuto prima della mezzanotte!».

A parte le riforme quale altra ricetta per la ripresa?
«Eliminazione degli sprechi in tutti i settori e riduzione Irpef per ceto medio. Sono certo che Renzi fino alle prossime politiche, probabilmente per creare consenso, ridurrà Irpef e Irap». Come mai Berlusconi non è riuscito nell’impresa? «Perché non ha saputo fare compromessi. Berlusconi è una grande imprenditore ma non un politico».

Brexit. E’ davvero così facile uscire dall’Europa?
«E’ complicatissimo. Gli effetti li vedremo per anni e credo che l’uscita della Gran Bretagna sia conseguenza di demagogia e populismo di una certa politica che ha sfruttato il timore di un’immigrazione di massa».

Come mai l’Europa non riesce a garantire benessere ai propri cittadini?
«Perché paghiamo i difetti della costituzione della moneta unica che rende economicamente ingovernabile l’Europa. Non bisogna confondere, come ad esempio fanno Grillo e Salvini, la inadeguatezza del sistema della moneta unica, che gode di una politica monetaria ma non fiscale, con il mercato di libero scambio. Quest’ultimo fattore risulta determinante per i 27 paesi membri che possono vendere servizi senza pagare dazi».

Chi vincerà le elezioni americane?
«Gli americani non amano né Clinton né Trump. Vincerà il meno odiato. Credo che Trump non ce la farà».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche