Cronaca

E’ ancora giallo sulla scomparsa dei fidanzatini


SAVA – “Apprendo con rammarico quanto accaduto e per questo, voglio rivolgere un appello a Christian, considerato anche che sono un amico di famiglia da diverso tempo”. Il sindaco di Sava Dario Iaia, lancia un appello ai due fidanzatini scomparsi dal 4 giugno. Quasi venti giorni di attesa angosciante per due famiglie, quella del 18enne Christian Bisci e di Valentina Palombella, che di anni ne ha solo 15. Sono andati via da casa e hanno fatto perdere le loro tracce, i telefoni dei genitori restano accesi giorno e notte in attesa di una chiamata, ma per ora restano muti. “Stiamo bene, non vi preoccupate”, i familiari vorrebbero almeno sentire la loro voce.

Il sindaco di Sava, paese di Christian, scrive un appello ai media per accendere i riflettori sulla vicenda. “Voi – scrive il sindaco – dovete sapere che le vostre famiglie hanno già superato la questione dell’allontanamento e che vogliono solo rivedervi. Non c’é nessun problema che non possa essere superato”. Tutto fa pensare ad una “fuitina”, la classica fuga d’amore, che le famiglie sono già pronte a perdonare. Adesso l’unica cosa realmente importante per i genitori é poter riabbracciare i loro figli. Fanno circolare le descrizioni dei ragazzi, tutto il possibile per ritrovarli. Christian é un ragazzo di 18 anni, é alto 1,70, ha una corporatura esile e una sporgenza sotto il lombo dell’orecchio destro. Valentina é di Lizzano, ha 15 anni, é alta 1,68 ed ha una corporatura normale. “Vi invito – conclude il sindaco Iaia – a farvi sentire con qualsiasi mezzo, anche chiamando me, per fare in modo che questo periodo di drammatica preoccupazione per i vostri familiari cessi al più presto e nel migliore dei modi”.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche