Cronaca

Crisi Alenia, chiesto un confronto istituzionale

Se ne è discusso in Consiglio comunale a Grottaglie


Istituire un tavolo istituzionale per Grottaglie con la Regione e avviare una serie di incontri con il management di Leonardo-Finmeccanica, Boeing e le organizzazioni imprenditoriali e sindacali: è questa la volontà del consiglio comunale che ieri ha approvato all’unanimità – con alcune leggere modiche – un ordine del giorno proposto dai gruppi consiliari del Pd e di Volare Alto.

L’ordine del giorno, a nome dei due gruppi, è stato illustrato da Franco Donatelli, che si è soffermato sulle tensioni e sulla crisi di rapporti tra Boeing e Alenia. Tensioni che metterebbero a rischio la produzione dello stabilimento grottagliese, dove «si realizza parte della fusoliera del Boeing 787, poi trasportata a Seattle per l’assemblaggio».

«Le ultime notizie – è scritto nell’rdine del giorno – parlano addirittura di “commissariamento” dello stabilimento Alenia di Grottaglie da parte di Boeing che, se non superate, potrebbero addirittura portare il Programma 787 di Alenia negli USA, fortemente negative ricadute occupazionali e con la perdita di competenze in un settore strategico in cui la nostra Regione investe importanti risorse, attraendo l’interesse da parte delle imprese del comparto che cominciano a localizzare sedi produttive nel nostro territorio. Ciò deve allarmare al massimo le istituzioni ed in particolare le comunità locali e regionali ma, al contrario, si assiste ad un assordante silenzio che ci preoccupa notevolmente vista la situazione di crisi occupazionale che attraversa il territorio a cominciare dall’Ilva, del suo indotto, del porto e delle numerose realtà produttive della provincia jonica che si riteneva di contrastare, in parte, con lo sviluppo di un distretto aerospaziale nel nostro territorio, promuovendo, altresì, una stretta sinergia tra aeroporto di Grottaglie e porto di Taranto, così potendo investire nelle potenzialità di una base logistica integrata unica in Europa».

«Sarebbe oltremodo opportuno e auspicabile – prosegue l’ordine del giorno – che da questa Assise Consiliare parta una iniziativa tesa a richiedere, con forza l’apertura di un “Tavolo Istituzionale per Grottaglie” con la Regione per affrontare in un unico contesto i problemi dell’Ospedale San Marco, della discarica e dell’aeroporto e che veda, in particolare, per quest’ultimo dossier il coinvolgimento del comune di Taranto e dei Comuni che insistono nell’area aeroportuale, congiuntamente alle organizzazioni sindacali ed imprenditoriali». Ora quindi tocca al sindaco Ciro D’Alò attivare tutte le iniziative necessarie oper dare seguito alla volontà espressa dal consiglio comunale.

Non è escluso che già nei pèrossimi giorni – forse anche domani – il sindaco possa recarsi a Roma per avere un cofnronto col governo sullo stato di grave incertezza che ora regna intorno allo stabilimento Alenia di Grottaglie. Ricordiamo che le preoccupazioni sono esplose in tutta la loro drammaticità dopo la pubblicazione della lettera con la quale Boeing ha denunciato all’amministratore delegato di Leonardo-Finmeccanica, Moretti, tutte le criticità produttive dello stabilimento grottagliese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche