Cronaca

E’ guerra alla droga dello “sballo”: arrestati tre spacciatori in trasferta

Sequestrati: ketamina, mdma, ecstasy


Ketamina, mdma: nomi che, forse, fanno meno paura di cocaina ed eroina. Ma che sono ugualmente pericolosi.

Sono le droghe dello sballo, contro le quali è scattato il giro di vite delle forze dell’ordine. Epicentro dell’azione di contrasto è Castellaneta, mecca del divertimento notturno per i giovani non solo tarantini, ma di tutta la Puglia e della vicina Basilicata. Ed è in particolare da Bari che vengono gli spacciatori attivi sulla piazza castellanetata, attratti dalla possibilità di ‘fare business’ con alti profitti.

E’ stato svolto dai Carabinieri un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto della criminalità in genere ed in particolare alla lotta del fenomeno del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti che ha visto impegnati 10 militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni Carabinieri di Castellaneta e Palagianello. Gli uomini dell’Arma, dislocati all’esterno di una discoteca della litoranea, hanno avuto modo di notare l’arrivo di alcuni giovani sospetti che venivano immediatamente “attenzionati”, come si dice in gergo, cioè messi “sotto osservazione” dai Carabinieri in borghese, che nel frattempo si erano confusi tra la folla. Incuriositi dall’atteggiamento di un ragazzo e di una ragazza in particolare, decidevano di seguirli nei loro spostamenti all’interno del locale.

E così i carabinieri hanno potuto notare come i due, con compiti differenti, si davano da fare nel cedere stupefacenti agli avventori del locale. In particolare, l’uomo si occupava di procacciare i clienti mentre la donna deteneva la sostanza stupefacente ed il denaro provento dello spaccio. I due, Antonio Rubino, 19enne già noto alle forze dell’ordine e una 28enne incensurata, entrambi della provincia di Bari, sono stati subito bloccati dai militari della Stazione temporanea di Castellaneta Marina e sottoposti a perquisizione. Nella borsa della ragazza c’erano 59 dosi di ketamina e 0,7 grammi di hashish, nonché 55 euro in banconote di vario taglio. I due, tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente, sono ora agli arresti domiciliari.

L’attività di controllo è proseguita ed ha permesso ai militari dell’Aliquota Operativa di individuare e controllare un uomo trovato in possesso di 18 dosi di mdma, un tipo di ecstasy, del peso complessivo di 9 grammi, e di 105 euro in banconote di vario taglio. L’uomo, Luciano Barnabà, pregiudicato 30enne di Bari, è stato arrestato e portato in carcere. Nell’ambito del medesimo servizio antidroga, i militari di Castellaneta Marina hanno denunciato un 18enne di Altamura, perché trovato in possesso di 0,150 grammi di ketamina. In sedici poi sono stato segnalati come assuntori agli Uffici Territoriali del Governo di Bari, Lecce, Taranto, Brindisi, Matera e Potenza.

Si tratta di giovani trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti. La droga sequestrata, nei prossimi giorni, verrà analizzata dal Laboratorio Analisi del Comando Provinciale di Taranto al fine di stabilirne quantitativo netto e principio attivo. I controlli proseguiranno, perchè il divertimento che fa di Castellaneta una delle capitali estive del Mezzogiorno non venga ‘sporcato’ da chi, spacciando droge sintetiche e non, fa soldi sulla pelle di giovani a caccia di emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche