25 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Novembre 2020 alle 16:34:55

Cronaca

Porto, salvi i 500 ex lavoratori Tct

Siglata intesa a Palazzo Chigi, soddisfazione di sindacati e istituzioni


Sospiro di sollievo per gli oltre 500 lavoratori ex Taranto Container Terminal: siglata un’intesa, presso la Presidenza del Consiglio, che assicura loro gli ammortizzatori sociali, almeno fi no alla fine dell’anno.

Per i successivi tre anni, ci sarà il passaggio all’Agenzia per la fornitura di lavoro in ambito demaniale portuale. Un risultato che soddisfa le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil: “Questo accordo, frutto di un lavoro lungo e complesso, fi nalizzato a ricostruire una prospettiva occupazionale ai lavoratori dello scalo jonico, costituisce un traguardo importante nella defi nizione di una strategia che, nel giro di pochi anni, potrà accompagnare il processo di ripartenza delle attività di un Hub che ha rilevanza strategica per l’intero Paese. Come OOSS esprimiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto che, con il completamento delle opere infrastrutturali, consideriamo un passo decisivo verso il rilancio del porto di Taranto e, più in generale, per lo sviluppo economico, produttivo ed occupazionale del territorio.

L’intesa è stata raggiunta – prosegue il comunicato – grazie all’impegno congiunto delle istituzioni pubbliche, a partire dal Governo nazionale, i Ministeri del Lavoro, dello Sviluppo economico e delle Infrastrutture, la Regione Puglia e l’Autorità Portuale. Il risultato premia inoltre la capacità dei lavoratori che, attraverso le loro rappresentanze sindacali, hanno difeso tenacemente i posti di lavoro”.

L’accordo siglato è una conferma dell’impegno del Governo per Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche