Cronaca

Ampliamento di Auchan, il Consigliere regionale Liviano chiede chiarimenti

L'ex assessore auspica l’intervento di Pentassuglia


“Presidente Pentassuglia, nel suo ruolo di presidente della IV Commissione consiliare, le chiedo di valutare se, a proposito della richiesta avanzata da Auchan di ampliare del 20% l’area commerciale, l’iter finora seguito è di fatto corretto, o al contrario presenta dei vizi di forma e/o di sostanza”.

A chiedere l’intervento della IV Commissione consiliare Attività produttive della Regione Puglia è il consigliere regionale Gianni Liviano secondo il quale qualcosa fino ad oggi non ha funzionato come avrebbe dovuto “così come segnalato dalle organizzazioni di categoria del commercio alcune delle quali hanno segnalato delle presunte irregolarità che sarebbero state commesse in fase di istruttoria del procedimento”.

Alla base della vicenda ci sarebbe la mancata produzione da parte di Auchan, nella documentazione presentata al Comune di Taranto, prima, e alla Regione, dopo, della copia del certifi cato di destinazione urba nistica. “La Regione – fa presente Liviano – ha protocollato la domanda di ampliamento dell’Auchan in data 15 febbraio 2016 convocando poi con comunicazione del 24 febbraio la Conferenza dei servizi per il successivo 15 marzo. Ora – aggiunge il consigliere regionale – la documentazione allegata alla domanda non conteneva copia del certifi cato di destinazione urbanistica (come invece previsto dall’art. 13, lettera C del Regolamento 7/2009) ma un documento che, secondo lo stesso Comune di Taranto, non poteva essere prodotto alla Pubblica Amministrazione rendendo, di fatto, la documentazione prodotta incompleta.Non solo – fa rilevare ancora il consigliere Liviano – ai sensi dell’art 14 del regolamento 7/2009, il Comune di Taranto avrebbe dovuto verifi care nei termini (45 gg dalla data della domanda) la completezza della documentazione; inviare entro 30 giorni la valutazione di conformità, una volta valutata la completezza della documentazione, alla Regione che, dal canto suo, ha convocato la Conferenza dei Servizi nove giorni dopo la ricezione dell’ampliamento della domanda di ampliamento, nelle more dell’assenza della valutazione di conformità del Comune (che ovviamente non poteva esservi a motivo del fatto che la documentazione presentata dalla società Auchan risultava di fatto carente del certifi cato di destinazione urbanistica). Inoltre – conclude Liviano – l’autocertifi cazione presentata da Auchan non poteva essere suffi ciente a sostituire il certifi cato di destinazione urbanistico”. Di qui la richiesta di intervento da parte della IV Commissione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche