24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 14:31:49

Cronaca

Condotta colabrodo, 23 milioni di euro di risarcimento al Comune. Tutte le foto

La decisione del tribunale nei confronti delle ditte costruttrici. La battaglia di Fabio Matacchiera


Dopo tanti anni il giudice del tribunale civile ha deciso: 23 milioni di euro al Comune di Taranto da parte delle ditte che hanno realizzato la “condotta colabrodo” di Lido Bruno. Un maxi risarcimento.

“Ricordo che in ben 3 conferenze stampa, indette dal 2002 in poi, ho prodotto prove inoppugnabili sulla inadeguatezza dei lavorisottolinea Fabio Matacchiera noto ambientalista tarantino e presidente del Fondo antidiossina- – mi sono immerso in prossimità della prima rottura a 400 metri dalla costa dove fuoriusciva acqua non adeguatamente trattata per documentare e sono sceso anche fino alla parte terminale della condotta che arrivava a 75 metri di profondità. Inoltre ho prelevato campioni di acqua in prossimità delle rotture per farle analizzare dal “Laboratorio dott. Calcatelli” di Taranto e dimostrato – continua Fabio Matacchiera- che dalla rottura principale fuoriusciva acqua contaminata da colibatteri fecali e streptococchi in quantità preoccupante. Per quelle operazioni – conclude l’ambientalista- ringrazio il già ispettore capo di polizia Egidio Oroscopo e l’associazione Mondomare per l’assistenza durante le immersioni più profonde che ho effettuato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche