19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca

Un petardo sulla faccia: è grave


TARANTO – La chiamata alla Polizia è arrivata, dall’ospedale, all’1.45 di quella che sembrava una notte tranquilla. Invece, in un locale nel pieno centro della città, si è rischiato di vivere una tragedia. Un uomo, tarantino di 44 anni, ha dovuto far ricorso alle cure dei medici del nosocomio Santissima Annunziata di Taranto per farsi medicare le gravi ferite al volto. Conseguenze dello scoppio di un petardo incautamente acceso nel corso di una festa di compleanno. Ferite figlie dell’imprudenza, che avrebbero potuto essere ancora più gravi. L’uomo se la caverà, con una prognosi fissata in venti giorni salvo complicazioni. La storia, però, non è finita. La Polizia ha infatti avviato gli accertamenti per chiarire esattamente la dinamica dell’episodio.

Del resto, per l’accensione dei petardi ci sono regole precise da rispettare, proprio per evitare fatti di questo genere. Quanto accaduto stanotte nel cuore di Taranto ha rischiato di ricordare le cosiddette “tragedie di capodanno”, con adulti e bambini feriti, spesso in maniera grave, da botti e petardi utilizzati in malo modo, senza le necessarie accortezze e precauzioni, o addirittura utilizzando prodotti illegali e pericolosi. Utilizzare il “materiale esplodente” durante le feste di compleanno può far degenerare in dramma una serata. Stanotte, al momento dell’esplosione, si sono vissuti momenti di panico, a cui è seguita la corsa a rotta di collo in ospedale. Di tenore diverso le notizie che provengono da Grottaglie, dove gli agenti del locale commissariato hanno denunciato due motociclisti, fermati per un controllo. Il primo è risultato privo di patente di guida e trovato in possesso di una dose di hashish, al secondo è stato contestata la contraffazione e l’utilizzo di una targa falsa. Entrambi i mezzi sono stati sottoposti a sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche