14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 08:14:58

Cronaca

L’Amiu e la caccia alle streghe

Le polemiche dopo la fuga di notizie


All’interno dell’Amiu si è scatenata la caccia alle streghe.

Le streghe, in questo caso, sarebbero i presunti corvi autori della fuga di notizia sui rimborsi spese pubblicati dal nostro giornale. Rimborsi che – detto per inciso – se trasparenti dovrebbero essere resi pubblici senza alcun timore. Si è innescato invece un meccanismo perverso: una azienda seria farebbe subito accertamenti per capire come siano stati spesi i soldi e con quali criteri di gestione la società è stata portata fino allo sfascio finanziario. Soprattutto se si tratta, come in questo caso, di una azienda a capitale interamente pubblico, sostenuta cioè con i soldi dei contribuenti. Invece, no.

Ci si preoccupa di chi ha infranto il muro di apparente verginità. Al contrario, sono ben altri gli interrogativi ai quali bisognerebbe dare una risposta: su chi comanda davvero in azienda, sulla reale utilità delle consulenze, sui rapporti di parentela e affinità, sulle modalità di assunzione, sui tassi di assenteismo dei quali si è accorto persino il sindaco, sulla conclamata inefficienza del servizio reso da una azienda che inghiotte soldi dei cittadini come una idrovora ma che lascia annegare la città in un mare di rifiuti. Ecco, è davvero arrivato il momento che ben altri soggetti vestano metaforicamente i panni degli operatori ecologici e facciano pulizia nell’ Amiu. Sempre ammesso che se ne abbia voglia, capacità e che si sia svincolati da qualsivoglia forma di condizionamento. 

Enzo Ferrari
Direttore Responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche