29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 11:00:10

Cronaca

Come cambierà Taranto. Forse

Le schede dei progetti del Cis/ Le bonifiche


C’è un po’ di tutto. Ed anche un po’ di niente. Spulciando le schede dei progetti inseriti nel Contratto di Sviluppo per Taranto, che Taranto Buonasera ha visionato, emerge un quadro di interventi spot, più che una visione della città del domani, come invece dovrebbe essere.

Oggi, alle 17, nel Circolo Cannata del Pd, un incontro pubblico porrà l’attenzione sul tema. Ma cosa c’è nel ‘Cis’? Capitolo corposo, quello delle bonifiche.

“Riqualificazione ed adeguamento terminico impiantistico” delle scuole Deledda, De Carolis, Gabelli, Giusti e Vico. Tutte al rione Tamburi, rappresentano il primo, annunciatissimo step degli interventi per Taranto all’indomani dello scoppiare del caso Ilva, sotto la gestione del Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione del territorio. Il documento di programmazione e pianificazione territoriale di riferimento è infatti il Protocollo d’Intesa del 26 luglio 2012, lo stesso giorno del sequestro dell’area a caldo, in piena tempesta siderurgica. Sempre in capo al Commissario Straordinario ci sono la messa in sicurezza dei terreni e falda aree industriali del Comune di Statte e dell’area ex Cemerad, la caratterizzazione delle aree a verde delle scuole dei Tamburi e delle aree non pavimentate del cimitero San Brunone, oltre agli interventi del I Seno di Mar Piccolo.

Ancora, prevista una “Piattaforma per un sistema integrato di riqualificazione dell’area vasta di crisi ambientale comprensive di attività di monitoraggio e tecniche innovative sperimentali”.

(1-continua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche