Cronaca

Aree parcheggio, sos al Comune

Confcommercio: «Subito un tavolo di confronto»


«In questi mesi sono in via di completamento importanti progetti per Taranto che riguardano le aree urbane di sosta, la cui realizzazione contribuirebbe a: ridurre e migliorare il traffico urbano; favorire la pedonalizzazione di aree cittadine; ridurre l’impatto ambientale; riqualificare gli spazi della città, restituendoli alla fruizione dei pedoni e dei ciclisti».

Queste le ragioni che hanno spinto i vertici di Confcommercio a chiedere al sindaco un tavolo di confronto. «L’avvio di questo progetti – spiegano i commercianti – impone una riflessione complessiva sulla loro diversa finalità ed utilizzazione, e sulle varie modalità di tariffazione». A tal fine i presidenti delle delegazioni di quartiere Italia- Montegranaro, Tre Carrare Battisti, e Borgo – Giuseppe Spadafino, Lelio Fanelli e Salvatore Cafiero – chiedono che il sindaco Ippazio Stefàno avvii un tavolo di confronto incentrato in particolare sulle quattro nuove aree parcheggio ormai prossime ad entrare in funzione. Confcommercio ha spiegato, in un documento inviato a sindaco, comandante dei vigili e presidente Amat, le priorità del commercio.

«Parcheggio Cimino: Adozione di politiche tariffarie che incentivino l’uso dell’area di interscambio: biglietto unico per la sosta dell’auto e l’utilizzo del mezzo pubblico. Completamento del parcheggio Croce. Parcheggi in rete Pagamento elettronico; controllo delle aree libere attraverso l’adozione di sistemi di monitoraggio e di comunicazione all’utenza; adozione di una App dedicata per la rete mobile; sistemi di segnaletica luminosa e verticale delle aree parcheggio. Baraccamenti Cattolica: svolge una funzione essenziale per il Borgo, sarebbe opportuno che l’area fosse messa in rete con le altre parcheggio e dotata di sistemi di comunicazione degli spazi liberi, offrendo così un servizio essenziale per l’utenza interessata alla sosta breve. Area Artigliera: accelerazione del progetto di parcheggio da destinare alla sosta lunga, attraverso l’adozione di politiche tariffarie convenienti per i lavoratori del Borgo e l’utenza del vicino mercato Fadini. Pacoret: adozione di politiche tariffarie (es. abbonamenti) che incentivino l’uso da parte degli abituali frequentatori del Borgo, come ad esempio i lavoratori.

Parcheggio Icco: Adozione di sistemi di comunicazione (panelli luminosi) in prossimità dell’area e sistema di comunicazione in rete delle aree di sosta libere. Tariffe incentivanti per l’utenza abituale e coupon per la clientela dei negozi dell’area. Montegranaro: Individuazione di nuove aree da destinare alla sosta ad integrazione del parcheggio già esistente di via Campania/Emilia, rispetto al quale è necessario migliorare la segnaletica che ne indichi la presenza».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche