23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

Cronaca

Pistola pronta all’uso. Giardiniere in manette


TARANTO – Giardiniere va al lavoro con la pistola nella cintola. Giacinto Di Bello, ventisettenne già noto alle forze dell’ordine, stamattina è finito nella rete tesa dai poliziotti della sezione “Falchi” della Squadra Mobile. Addosso aveva una Beretta calibro 6.35, col colpo in canna. Gli investigatori della Questura diretti dal dottor Giuseppe Pititto hanno bloccato il giovane durante controlli anticrimine eseguiti tra Lama, S.Vito e Tramontone. Di Bello stava eseguendo lavori di giardinaggio nelle aiuole che costeggiano il litorale del viale del Tramonto, per conto di una cooperativa tarantina, quando, alla vista degli agenti in borghese, ha assunto un atteggiamento strano. I poliziotti non hanno esitato a bloccarlo e a perquisirlo.

Il ragazzo aveva nascosto nella cintola dei pantaloni una pistola perfettamente funzionante, pronta a far fuoco. Nel caricatore altre quattro cartucce. Ora gli investigatori della Mobile stanno lavorando per scoprire cosa ci facesse il 27enne con un’arma pronta all’uso, in un orario dedicato al lavoro. Voleva difendersi da qualcuno? Nelle ore precedenti sempre alla periferia della città gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico avevano denunciato in stato di libertà un ventisettenne tarantino, per resistenza a pubblico ufficiale. Intorno alle quattro un equipaggio della Squadra Volante, dopo una segnalazione giunta al 113, sono intervenuti in via Girasoli, a Lama, per una lite tra due fidanzati. Al loro arrivo era ancora in corso un animato litigi. Nonostante la presenza dei poliziotti l’uomo ha continuato ad inveire contro la donna. Inutili i tentativi dei tutori dell’ordine di ricondurre il giovane alla calma che, al contrario, in più occasioni ha tentato di avventarsi contro la donna con l’intento di colpirla. Dopo aver provveduto con l’aiuto di un altro equipaggio ad accompagnare a casa la malcapitata, hanno segnalato il giovane esagitato per resistenza a pubblico ufficiale. Infine gli agenti della Squadra Volante, in zona borgo, hanno proceduto ad un controllo di un 40enne pregiudicato mentre si trovava in via Regina Elena. E’ stato trovato in possesso di arnesi utilizzati dagli scassinatori. L’uomo, che ha precedenti per reati contro il patrimonio, non ha fornito alcuna giustificazione, riguardo al possesso degli arnesi da scasso.E’ stato segnalato all’autorità giudiziaria e gli arnesi sono stati posti sotto sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche