19 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Settembre 2021 alle 22:57:00

Cronaca

Dai Tamburi agli Usa per vincere 1 milione di dollari

“Akira” ha vinto la Call of Duty Championship di Berlino. Ora volerà ad Orlando


Centrosessantasettemila partecipanti provenienti da ogni parte del mondo. A spuntarla è stata un tarantino.

Il suo nome di battaglia è Akira. Per l’anagrafe, invece, resta Antonio Braccioforte, 35 anni, nato e cresciuto al rione Tamburi. Proprio dal quartiere periferico è partito nei giorni scorsi, direzione a Berlino, per la finale della Call of Duty Championship 2016. Per i neofiti del mondo che ruota attorno ai videogame, si tratta del campionato del mondo del gioco Call of Duty Black Ops 3 diretto dalla Sony.

Il torneo si è svolto in tre fasi: dopo le qualificazioni e le seminfinali, dall’8 al 10 agosto la finale di Berlino. L’ultimo avversario di Antonio Braccioforte, alias Akira, è stato Ian Porter (Crimisix). Antonio è tornato al quartiere Tamburi ieri sera. In mano stringeva la coppa di Campione del Mondo. La capitale tedesca, ancora una volta, è terra di conquista per gli italiani. Ora, però, dovrà difendere il titolo alla Call of Duty World League 2018 che si terrà ad Orlando, negli Stati Uniti. In ballo, oltre alla gloria, c’è un premio in denaro da 1 milione di dollari. Altro che “perdita di tempo”. Giocare ai videogame (in alcuni casi) può rivelarsi redditizio. Per informazioni rivolgersi ad Akira.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche