21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 17:59:00

Cronaca

Inquinamento del cuore, oggi c’è la marcia

Weekend di eventi in Città Vecchia


Si tiene oggi la marcia contro l’inquinamento del cuore voluta dall’arcivescovo Filippo Santoro e proposta ad una rappresentanza di 600 ragazzi che stanno vivendo il sacramento della cresima.

«L’inquinamento non è solo quello ambientale – si legge in una nota. Esiste un male dello spirito, causato dal peccato». Per questo la diocesi di Taranto ha promosso un evento rivolto ai cresimandi e ai cresimati dell’anno in corso. Si chiama la “marcia contro l’inquinamento del cuore” ed è organizzata dall’Ufficio diocesano per la catechesi.

Oggi, dalle 16, partendo da piazza Castello, le comunità vicariali della diocesi animano un pellegrinaggio incentrato sugli agenti inquinanti dello spirito.

«Le riflessioni verteranno su alcune dicotomie: odio-amore, apparenzaumiltà, divisione-comunione, parole non costruttive-dialogo, peccatomisericordia». In corteo la comunità arriverà nel cortile dell’episcopio e poi nella cattedrale di San Cataldo, dove l’arcivescovo della diocesi di Taranto, monsignor Filippo Santoro rivolgerà il suo saluto.

Intanto, domani 1 maggio avrà inizio la solenne novena di San Cataldo:

Alle 10.45 da piazza Castello si muoveranno le confraternite in pellegrinaggio verso la cattedrale. Alle 11,25 è previsto il passaggio dalla Porta Santa. All’inizio della celebrazione Eucaristica monsignor Emanuele Tagliente, presiederà il rito dell’ostensione delle reliquie di San Cataldo e le porrà alla venerazione dei fedeli nel Cappellone. La città vecchia nel pomeriggio di domenica sarà interessata anche dalla processione di San Giuseppe che partirà alle 17.30 dall’omonima chiesa in via Garibaldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche