22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 18:11:00

Cronaca

Oltre 350 carabinieri mobilitati, è scattata all’alba l’operazione Ferragosto Sicuro

Uomini e mezzi a terra ed in mare per la sicurezza dei bagnanti. Occhio ai controlli anti alcool e droga


Dalle prime ore di oggi e per l’intera giornata del 15 agosto il  Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto ha disposto un servizio straordinario di controllo del territorio al quale parteciperanno circa 350 militari; 160 tra autoveicoli e motomezzi e la motovedetta “Enea Codotto” in dotazione alla Compagnia del capoluogo.

L’attività, eseguita con l’ausilio di personale dei Reparti Speciali dell’Arma, è stata disposta, di concerto ed in forma complementare ai servizi effettuati dalla Polizia di Stato, per fronteggiare l’emergenza del tradizionale esodo verso le località balneari, assicurando il controllo dell’intero territorio provinciale, mediante monitoraggio e vigilanza su zone costiere; centri storici e mete di maggior afflusso turistico, nonché sulle più importanti arterie, particolarmente trafficate, garantendo altresì sicurezza in altre aree di maggiore concentrazione di persone, quali esercizi pubblici e centri commerciali.

Particolare attenzione verrà rivolta ai controlli alla circolazione stradale in prossimità dei luoghi di ritrovo giovanile, allo scopo di procedere a verifiche sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti, specie per quanto riguarda l’abuso di sostanze alcoliche e l’assunzione di stupefacenti, con largo uso dell’etilometro.

Personale a piedi, in uniforme ed in abiti civili, effettuerà poi servizi preventivi in prossimità ed all’interno degli stabilimenti balneari per prevenire e reprimere reati.

In mare, l’equipaggio della motovedetta d’altura “Enea Codotto” dell’Arma, effettuerà controlli ad imbarcazioni ed acquascooter allo scopo di tutelare la sicurezza della navigazione da diporto e l’incolumità dei bagnanti che in questi giorni affollano le coste della provincia.

Nella circostanza, non sarà tralasciata la vigilanza nelle zone urbane, meno popolate, per scoraggiare i furti, in particolare quelli in appartamento, e mantenere elevato il livello di controllo delle persone sottoposte a misure limitative della libertà personale. Nei centri abitati, infatti, i militari effettueranno servizi di pattuglia in auto e moto, anche in tinta civile, finalizzati alla prevenzione e repressine di reati contro il patrimonio ed in particolare furti ai danni delle abitazioni incustodite e degli esercizi commerciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche