Cronaca

Caccia di casa la compagna e aggredisce i carabinieri

Altro episodio di violenza sulle donne. Decisivo l'intervento dei militari


I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Crispiano hanno arrestato in flagranza un 31enne di Crispiano, responsabile di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Alcuni cittadini hanno richiesto l’intervento dei Carabinieri perché avevano sentito delle urla di donna provenienti da un vicino appartamento. I militari, giunti immediatamente sul posto, hanno individuato l’immobile segnalato e una volta raggiunto l’appartamento hanno accertato la presenza di una donna in lacrime e riversa in terra sul pianerottolo che chiedeva aiuto.

I Carabinieri, per verificare cosa stesse accadendo, hanno invitato la donna ad entrare in casa, ma venivano bloccati dal convivente della ragazza. Il giovane, particolarmente esagitato, ha impedito ai militari di accedere all’appartamento, giungendo addirittura a minacciarli e ad aggredirli fisicamente.

Inutile anche l’intervento dei suoi genitori, nel frattempo sopraggiunti, anzi, la loro presenza alimentava la sua aggressività, a tal punto che i militari sono stati costretti a richiedere l’ausilio di un’altra pattuglia per poter immobilizzare il 31enne e condurlo in caserma.

La convivente trasportata da un’ambulanza presso il Pronto Soccorso di Martina Franca ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni. La donna, dopo aver riacquistato un po’ di tranquillità, ha raccontato ai militari di essere stata picchiata e cacciata fuori di casa dal proprio convivente al culmine di una accesa lite. Il 31enne arrestato in flagranza per resistenza a Pubblico Ufficiale è stato condotto presso l’abitazione dei suoi genitori in regime di arresti domiciliari. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche