Cronaca

Poca pulizia e senza acqua potabile, chiusi due ristoranti della litoranea

In azione il Nas dei carabinieri


Mancava persino l’acqua potabile. E’ solo una delle ragioni che ha spinto il direttore del Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione dell’Asl di Taranto, Armando Durante, ad ordinare la chiusura di due ristoranti della litoranea.

A seguito di verifiche eseguite dai carabinieri del Nas di Taranto, infatti, il responsabile del Sian dell’Asl ha emesso due ordinanze di chiusura di esercizi commerciali di ristorazione. «Il provvedimento, a tutela della salute pubblica, si è reso necessario – spiegano dall’azienda sanitaria jonica – in quanto le verifiche eseguite hanno riscontrato la mancanza di requisiti minimi d’igiene e strutturali previsti dalla normativa vigente tra i quali assenza di acqua potabile, di servizi igienici e spogliatoi per il personale, scarsa pulizia, assenza di sistemi anti intrusione insetti, attrezzature e locali da ripristinare, impianto di aspirazione fumi insufficiente.

Inoltre, le attività di ristorazione era esercitata senza idonea autorizzazione. I provvedimenti di chiusura riguardano due ristoranti che si trovano a Campomarino di Maruggio e lungo la litoranea Salentina, a Marina di Pulsano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche