17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 22:58:00

Cronaca

Nel parcheggio dell’Ospedale? Selezione all’ingresso. E scatta la protesta

Ora si pensa ad una convenzione con l’Amat per i dipendenti di Sanitaservice


Dipendenti di Sanitaservice esclusi dal parcheggio dell’ospedale SS. Annunziata, ora si studia una soluzione.

Si è tenuto ieri mattina un incontro tra i sindacati, il direttore generale dell’Asl Stefano Rossi, Andrea Chiari direttore amministrativo Asl Ta, Francesco Saverio Massaro amministratore unico di Sanitaservice.

«Con questo incontro abbiamo appurato che non si tratta di un atto discriminatorio nei confronti dei lavoratori della Sanitàservice, ma l’applicazione di un regolamento interno all’ospedale, per rispettare le norme di sicurezza – spiega Gianni Palazzo, Lavoro Privato Puglia Usb a margine dell’incontro. La questione riguarda l’accesso negato nei giorni scorsi al parcheggio interno al Ss. Annunziata ai dipendenti di Sanitàservice. Comunicazione giunta ad personam con una circolare a fi rma del direttore sanitario del Ss. Annunziata Irene Pandiani e che non trovava riscontro con gli altri dipendenti esterni. Il direttore amministrativo ci ha spiegato che non si tratta di una circolare partita dalla direzione sanitaria, quanto l’applicazione di una delibera che prevede maggiori spazi da riservare ai mezzi di emergenza e al personale ospedaliero reperibile. Resta comunque il fatto che siano partiti da Sanitàservice. Abbiamo dunque avanzato un paio di proposte per far sì che si trovi un giusto equilibrio».

Innanzitutto è stata chiesta una convenzione con l’Amat per permettere a tutti i lavoratori, che non potranno più parcheggiare nel nosocomio, di avere disponibilità esterna ad un prezzo accessibile. «Ci hanno detto che hanno già avanzato questa proposta al Comune e stanno aspettando la risposta – commenta il delegato Usb. Inoltre in attesa che questa idea si concretizzi, abbiamo chiesto la revoca o la sospensione di accesso per permettere al personale di Sanitàservice di utilizzare i parcheggi nei turni pomeridiani e serali, che spesso restano vuoti. Una proposta molto apprezzata che sospenderebbe gli effetti nefasti che la circolare ha provocato. Attendiamo la loro risposta a breve».

Sull’argomento prende posizione anche il segretario generale Uil Fpl, Franco Brunetti: «Un grave atto discriminatorio nei confronti dei lavoratori della Asl» e chiede «il ritiro immediato della delibera e l’avvio dell’indispensabile tavolo negoziale sull’argomento. In mancanza del legittimo confronto, avvieremo tutte le procedure di protesta annunciando sin d’ora la convocazione di un sit-in all’interno dell’area del parcheggio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche