04 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 16:57:00

Cronaca

Controlli stradali, elevate 100 multe

Sequestrati numerosi veicoli ed elevate contravvenzioni per 44mila euro


Automobilisti indisciplinati: una denuncia a piede libero, ritirate sei tra patenti e ventisette carte di circolazione sotto sequestro ventisette veicoli e multe per quasi 44mila euro.

Sono i numeri dei controlli sulla circolazione stradale disposti dal comando provinciale carabinieri in tutta la provincia jonica. I servizi, con l’impiego dei militari in servizio presso le cinque Compagnie della provincia, vengono eseguiti attraverso una incisiva e costante azione preventiva e repressiva finalizzata ad incentivare il rispetto delle norme che regolano la circolazione stradale.

I controlli, mirati a sanzionare la guida indisciplinata degli utenti della strada hanno la finalità di accertare l’uso del casco protettivo, la regolare revisione, nonché la copertura assicurativa dei mezzi.

L’obiettivo è garantire sicurezza attraverso servizi effettuati soprattutto nelle località con maggior affluenza di utenti. Nell’ultima settimana una persona è stata denunciata in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza. In totale 99 sono state le multe elevate nei confronti motociclisti e automobilisti indisciplinati: tre le persone contravvenzionate per guida con patente revocata o mai conseguita, undici per mancato uso delle cinture di sicurezza; sei per l’uso durante la guida di telefonini; otto per mancato uso del casco; diciannove per mancanza di copertura assicurativa; diciannove per omessa revisione dei veicoli e trentatrè per altre violazioni delle norme del codice della strada. I carabinieri hanno sequestrato trentadue macchine e sette moto.

Nella settimana appena conclusa, sono stati controllati complessivamente 1016 veicoli e 1229 utenti della strada. Oltre ad aver ritirato i patenti di guida e documenti di circolazione i militaroi dell’Arma hanno decurtato110 punti sulle patenti di guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche