30 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Luglio 2021 alle 06:57:00

Cronaca

Radio terapia al collasso

La segnalazione arriva dal Comitato dei Lavoratori e Cittadini Liberi e Pensanti


Il reparto dell’ospedale “Moscati” che offre le cure radioterapiche ai malati oncologici non riesce a garantire assistenza a tutti.

La segnalazione arriva dal Comitato dei Lavoratori e Cittadini Liberi e Pensanti che raccolgono la “denuncia” di un paziente affetto da astrocitoma di II e III grado, una forma tumorale che colpisce il cervello. Quando il reparto è in sovraffollamento i malati, si legge nel post dei Liberi e Pensanti, possono essere invitati a curarsi presso altre strutture. Il reparto dunque non riesce a soddisfare tutte le richieste che arrivano da Taranto e dalla provincia: una vera e propria situazione di emergenza dovuta all’aumento delle patologie tumorali e all’obsolescenza delle attrezzature attualmente in dotazione all’ospedale. Gli altri centri attrezzati per le cure oncologiche sono lontani chilometri da Taranto e non tutti hanno la possibilità di raggiungerli.

Intanto Alfonso Alfano, portavoce degli operatori del Servizio di Trasporto oncologico di Taranto, ha incontrato, con una rappresentanza degli stessi, l’arcivescovo Filippo Santoro, con l’auspicio che a breve possa essere ripristinato il servizio di trasporto in questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche