Cronaca

Ruba l’identità ad un tarantino e va ad aprire un conto in banca: arrestato

La polizia indaga su truffe con documenti intestati a ignare vittime


Furto d’identità, scatta un arresto.

Ora la polizia indaga su eventuali truffe compiute utilizzando documenti intestati a ignare vittime. Nella tarda mattinata di ieri gli agenti della Polizia di Stato sono stati allertati dal direttore di un istituto bancario, insospettito da due persone che dopo essere entrate nella filiale avevano presentato documenti falsi e chiesto di aprire un conto corrente.

Giunti sul posto gli investigatori hanno controllato le due persone sospette trovandole in loro possesso di una carta d’identità e di una tessera sanitaria, con gli stessi numeri di serie e le stesse generalità di un 59enne residente a Taranto, il quale nei giorni precedenti si era presentato nella filiale, denunciando di aver ricevuto documentazioni bancarie per un conto corrente mai aperto.

Durante un successiva perquisizione in casa di una delle due persone fermate gli agenti della Squadra Mobile hanno recuperato anche una post pay intestata sempre all’ignaro 59enne.

Donato Olivieri, tarantino di 48 anni è stato arrestato , per possesso di carta d’identità falsa valida per l’espatrio Indagini ancora in corso per stabilire se l’uomo e il suo complice abbiano perpetrato truffe ai danni di finanziarie o di gestori telefonici.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche