29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Cronaca

“Contro la crisi uniti nella rete del volontariato”


TARANTO – “Questa non una crisi transitoria, ma è destinata a incidere e cambiare radicalmente la struttura sociale italiana in tutte le sue componenti, soprattutto il welfare che dovrà affrontare una serie di nuovi disagi. Se cambia la società, di conseguenza il volontariato, che opera al suo interno, deve cambiare, ovvero deve imparare ad “abitare“ il cambiamento”. Di questo è convinto Piero D’Argento, coordinatore del Gruppo di Assistenza tecnica dell’Assessorato al Welfare della Regione Puglia, a Taranto per coordinare l’Assemblea delle associazioni di volontariato della provincia jonica. “Tutti gli indicatori del welfare – continua Piero D’argento – dimostrano che la crisi sta cambiando rapidamente la società: occupazione in calo, ceto medio risucchiato sotto la soglia di povertà, popolazione che diventa sempre più anziana, in generale un senso di incertezza sul futuro che, se prima interessava solo i giovani, oggi è palpabile in tutte le fasce di età”.

“Il volontariato deve saper interpretare questi cambiamenti – spiega Piero D’Argento – e intercettare i nuovi bisogni; in particolare, deve definire le proprie identità e mission, deve aggiornare, in funzione dei nuovi scenari, le procedure e le prassi che devono essere ispirate a un criterio di “sobrietà” e di coerenza con i valori fondanti del volontariato, innanzitutto la gratuità dell’impegno”. “La riduzione delle risorse disponibili per il welfare – sempre secondo D’Argento – impone al volontariato di abbandonare atteggiamenti autoreferenziali e di lavorare in rete con le altre associazioni di volontariato, e più in generale del Terzo settore, condizione indispensabile per riuscire ad intercettare i sempre più esigui finanziamenti pubblici”. “Con iniziative come quelle di oggi – conclude Piero D’Argento – il volontariato, pur soffrendo la crisi, si interroga sulle sue origini e vuole parlare al Paese per dare il proprio responsabile contributo a trovare già oggi, tra le tante difficoltà, quei germogli di speranza che permettono di guardare al futuro con occhi meno spaventati”. L’odierna assemblea del volontariato tarantino è stata organizzata dal Centro Servizi Volontariato di Taranto come momento di preparazione alla Conferenza Nazionale del Volontariato, il più importante appuntamento italiano del settore che si svolgerà a L’Aquila nella prima settimana di ottobre. A questa manifestazione, organizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il mondo del volontariato italiano e i soggetti istituzionali interessati rifletteranno sul ruolo che assume oggi il volontariato e su come possa rappresentare una valida risposta per uscire dalla crisi. Affinché la Conferenza nazionale rispecchi le attese di tutto il volontariato italiano, i promotori hanno ideato un percorso partecipato di incontri di approfondimento da tenere in ogni provincia, oggi si tenuta presso la Camera di Commercio quella del volontariato tarantino. Obbiettivo è realizzare un dibattito con tutti i volontari per giungere poi a presentare alla Conferenza de L’Aquila un documento di sintesi condiviso. L’Assemblea di Taranto odierna, dopo una relazione introduttiva di Piero D’Argento che ha illustrato la situazione del welfare italiano, e di quello pugliese in particolare, si è sviluppata in diversi gruppi di lavoro composti dai rappresentanti delle associazioni di volontariato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche