27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 21:08:00

Cronaca

Ampliamento di Auchan, ricorso al Tar? Meglio l’esposto

Confesercenti: «Andiamo avanti per bloccare il progetto»


In riferimento al progetto che prevede l’ampliamento dell’Auchan ed alla relativa presa di posizione di Confcommercio che ieri in conferenza stampa ha annunciato un ricorso al Tar, si registra l’intervento del presidente provinciale di Confesercenti, Vito Lobasso, che di seguito pubblichiamo.

Siamo contenti che il fronte del NO all’ampliamento Auchan si allarghi, sarà una rettifica ad un verbale o un ripensamento di linea poco ci importa, l’importante è il risultato finale, evitare che Auchan ampli la sua offerta commerciale e metta ancora più in crisi il piccolo commercio locale, gli strumenti che si adoperano per giungere a questo, ricorsi o letterine, ci sono indifferenti, l’importante è il risultato, non ci interessa neanche prendere la medaglia di primo della classe, l’importante è aver spostato il tiro, dall’atto dovuto, ad andiamo a vedere le carte se tutto è in regola.

Certo un fronte compatto da subito forse avrebbe impedito la situazione attuale che vede Auchan con un’autorizzazione in mano per ampliare la sua struttura e noi a rincorrere per evitare che ciò avvenga, un fronte compatto da subito poteva mettere in risalto le incongruenze che da soli abbiamo messo in risalto chiedendo, con le letterine, l’annullamento per autotutela della Conferenza di Servizi alla Regione (nostra nota del 17 marzo 2016 al Presidente Emiliano) mentre altri si preoccupavano se Auchan avesse trasmesso l’impegno a versare i 40 euro a metro quadro di ampliamento dando questo per fatto “chiede se sia pervenuto da parte della società proponente l’impegno a contribuire alla realizzazione di iniziative di riqualificazione delle aree a rischio di tenuta della rete distributiva. In caso affermativo chiede che il Comune vigili sul rispetto dell’impegno assunto dalla proponente” nota a verbale della Conferenza di Servizi del 15 marzo 2016 di Confcommercio Puglia Giuseppe Chiarelli).

Ora non stiamo a vedere se nella richiesta di rettifica fatta da Confcommercio ai verbali della Conferenza di servizi ci sia anche la modifica di questa dichiarazione o ci si è preoccupati solo di far togliere la frase “Esprime parere favorevole sulla proposta di ampliamento” (verbale Conferenza di servizi del 4 agosto 2016) pensiamo a come bloccare questo ampliamento, ognuno utilizzando gli strumenti che ritiene più idonei, il Tar o altro, noi da subito abbiamo sostenuto che il ricorso al Tar non ci appassionava e che stavamo e stiamo valutando un esposto alla Magistratura per verificare se ci siano gli estremi di illeciti in tutto l’iter di approvazione di questo ampliamento. Non ci appassiona il ricorso al Tar visto anche come è andato l’ultimo presentato nei confronti dell’Ipercoop per l’installazione di un distributore di carburante all’interno di questa struttura che ha visto soccombere i ricorrenti anche se lo stesso avv. Misserini, che lo ha curato, ha ritenuto erroneo il giudizio del Tar.

A proposito, Confcommercio cosa ha fatto in merito a questa vicenda? Ma tornando all’ampliamento Auchan, abbiamo ravvisato da subito che questa operazione sembrava un preambolo al raddoppio della struttura Auchan, problema che non è ancora scongiurato, e sul quale bisogna vigilare e produrre il massimo per evitare che in questa ultima fase della vita di questa maggioranza consiliare possano venire fuori ripensamenti ed azioni che rimettano in discussione le posizioni sino a qui assunte, visto anche l’ultimo rimpasto di Giunta che ha visto la nomina di assessori favorevoli da sempre a questo raddoppio assumere incarichi chiave come l‘Urbanistica e Sviluppo Economico e Produttivo. Andiamo avanti, ognuno faccia i suoi passi, chi per raggiungere l’obbiettivo chi per rincorrere il primato di “paladino della categoria” l’importante è evitare che la Grande Distribuzione porti a termine il progetto di imporsi in tutti i modi nei confronti del piccolo commercio, noi la nostra parte continueremo a farla, sempre.

A proposito una domanda al Dott. Chiarelli, visto la sua presenza, sin dal 1995 a tutte le Conferenze di Servizio della Regione, ci potrebbe ricordare quale posizione ha assunto e cosa ha fatto per l’ampliamento dell’Ipercoop? Rimaniamo in attesa di conoscere una risposta o di un ulteriore rettifica.

Vito Lobasso
Presidente provinciale Confesercenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche