Cronaca

Inferno di fuoco minaccia l’Ipercoop. Caccia ai responsabili

E' stato un incendio doloso. Necessario l'intervento di un Canad Air e di numerose squadre dei Vigili del Fuoco e della Forestale


Il comando stazione Forestale di Taranto ha domato, nella giornata di sabato 25 giugno, un incendio boschivo di ingenti dimensioni, sviluppatosi per ben 45 ettari di macchia mediterranea bassa nella città di Taranto, nel quartiere Paolo VI.

L’incendio, sviluppatosi a partire dalle 10.00, è stato spento intorno alle 15.00, grazie alla sinergia che il Comando Provinciale di Taranto del Corpo Forestale dello Stato ha instaurato con le altre forze dell’ordine. Nello specifico, sono intervenuti: 2 pattuglie dei Carabinieri con 4 uomini, 3 pattuglie dei Vigili urbani con 6 uomini, 1 AIB della protezione civile di San Giorgio, 3 Arif.

Significativo è stato il supporto dei Vigili del Fuoco, intervenuti con 6 macchine e 2 grosse autobotti, nonché con un elicottero necessario alla ricognizione del luogo.

Per domare “l’inferno di fuoco”, agevolato anche dalle alte temperature, si è reso indispensabile l’intervento di un Canad Air, sopraggiunto su chiamata del CFS, il quale ha effettuato ben 5 lanci per domare l’incendio che ha messo a rischio il vicino centro commerciale Ipercoop. Le opere di spegnimento hanno richiesto il blocco delle arterie stradali attigue all’area percorsa dalle fiamme.

L’incendio dovrebbe avere natura dolosa, in quanto è stato rinvenuto l’innesco; pertanto, le indagini proseguiranno, a cura del Comando Provinciale di Taranto, alla ricerca dei responsabili.

Continua, dunque, l’opera di intervento attivo e di vigilanza antincendio del Corpo Forestale dello Stato in tutta la Regione Puglia, e principalmente nella stagione estiva, con la finalità di reprimere pericolosi focolai di incendi boschivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche