Cronaca

Vandali al Moscati dopo un ricovero

A finire in ospedale un bambino di due anni


TARANTO – Vere e proprie azioni vandaliche lunedì pomeriggio all’ospedale “San Giuseppe Moscati”, da parte di alcuni cittadini, dopo un ricovero di un bambino che era caduto dalla scale.
Ora la polizia indaga per identificare i responsabili dei danneggiamenti.
“Danneggiate finestre, porte, e messo a soqquadro il reparto di radiologia, nonostante la totale abnegazione del personale sanitario impegnato a salvare, come sempre, vite umane. In questo caso, la vita di un bimbo di due anni – si legge in una nota della Asl – il danneggiamento di un ospedale rappresenta una vera sconfitta morale, privo di senso civico.
Il rispetto di un ambiente sanitario, luogo pubblico, è una condizione di maturità culturale, educazione, intelligenza che ci contrad­distingue dalle popolazioni selvagge. Pur tra impegni, valore dell’accoglienza, il personale sanitario dell’ ospedale “San Giuseppe Moscati”, ha privilegiato la vita di un bambino anziché rispondere alle aggressioni di alcuni facinorosi, i quali anziché apprezzare la completa assistenza sanitaria, con un ricovero successivo nell’interesse del piccolo paziente presso il Presidio Ospedaliero Ss. Annunz­iata, dove sono presenti tutti i reparti chirurgici, hanno pensato bene danneggiare quanto di utile è presente al Moscati. La Polizia di Stato è stata costretta ad intervenire anche durante il ricovero ospedaliero avvenuto al SS. Annunziata.
Un ospedale è luogo dove si salvano vite umane, dove gente sofferente viene curata: dovrebbe essere per tutti un luogo sacro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche