Cronaca

Blitz “Game Over”, raffica di abbreviati. I nomi

Il 30 novembre la requisitoria del Pubblico ministero


Pioggia di abbreviati per l’operazione antidroga “ Game Over”.

Quarantanove gli imputati nell’udienza che si è tenuta, ieri mattina, nel tribunale di Lecce dinanzi al gup dottor Toriello.

Il 30 novembre prossimo in prigramma la requisitoria del pm, dottor Alessio Coccioli. Ventinove gli arresti della polizia il 26 gennaio scorso. Destinatari della misura della custodia cautelare in carcere il 44enne Vincenzo Basile, il 32enne Giacomo Castiglione, il 31enne Alberto Marangione, il 36enne Michele Mottolese, il 37enne Filippo Sebastio. Agli arresti domiciliari il 40enne Vito Attolino, il 42enne Nicola Basile, il 22enne Giuseppe Blè, il 28enne Alessandro Castiglione, il 38enne Alberto Cesario, il 51enne Francesco Cesario, il 44enne Salvatore Cito, il 26enne Salvatore D’Andria, il 47enne Michele Derchia, il 44enne Salvatore Cito, il 48enne Cosimo Galasso, il 51enne Cosimo Giannone, il 58enne Donato Liuzzi, il 35enne Francesco Marangione, il 25enne Giuseppe Marangione, il 40enne Piero Morrone, il 21enne Morris Pizzolla,il 51enne Severino Romano,il 52enne Renato Salamidae il 24enne Aldo Solfrizzi. Obbligo di dimora, infine, per il 30enne Giovanni Bruno, il 44enne Alessandro Fago e il 27enne Domenico Marino.

La Direzioned distrettuale antimafia di Lecce, guidata dal procuratore dottor Cataldo Motta, ha smantellato tre distinti gruppi criminali. L’attività investigativa della Polizia di Stato è iniziata nel novembre del 2011 dopo il sequestro di 4 chili di eroina. Dalle intercettazioni telefoniche effettuate tra coloro che si riteneva fossero i fornitori della droga venne a galla il coinvolgimento di persone collegate al clan di Giuseppe Cesario, noto personaggio di rilievo della criminalità tarantina, deceduto nel marzo del 2014. L’attività si sviluppava, secondo l’accusa, tra Paolo VI e la Città Vecchia.

Nel corso delle indagini sequestrati anche ulteriori 15 chili di sostanze stupefacenti. Nel collegio di difesa tra gli altri figurano gli avvocati Salvatore Maggio, Fabrizio Lamanna, Gaetano Vitale, Patrizia Boccuni, Antonio Mancaniello, Fabio Cervellera, Massimiliano Scavo e Alessandro D’Elia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche