20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 20 Ottobre 2020 alle 06:40:48

Cronaca

Dopo il mercato restano solo i rifiuti. Ambulanti sotto accusa

Frutta marcia, cartoni e tanta plastica


Una distesa di rifiuti ricopre il piazzale che ogni mercoledì ospita il mercato di Talsano.

Frutta marcia, cartoni e soprattutto plastica restano nell’area mercatale in attesa dell’intervento degli operatori dell’Amiu. In alcuni casi, però, i tempi d’attesa di dilatano ed i rifiuti si disperdono nelle vie circostanti. La denuncia arriva dal presidente del movimento Taranto, Diritto di Volare, Alfredo Luigi Conti. «Carte e buste di plastica volano dappertutto, basta un po’ di vento. Addirittura finiscono all’interno dei giardini dei residenti e nei balconi. Ieri pomeriggio, ad esempio, nessun operatore, nè mezzo dell’Amiu ha ripulito la piazza del mercato e le strade limitrofe.

Non voglio assolutamente mettere in evidenza l’eventuale ritardo dell’Amiu ma voglio piuttosto sottolineare il menefreghismo di alcuni commercianti ambulanti nel lasciare buste di plastica e carte nell’area mercatale. Giustamente chi paga le tasse pretende che il servizio di pulizia sia svolto in maniera impeccabile ma non capisco come sia possibile abbandonare montagne di rifiuti in strada. Basterebbe – prosegue Conti – munirsi di sacchetti all’interno dei quali riversare gli scarti delle vendite e quant’altro, ovviamente sotto la supervisione dei vigili urbani che già provvedono al controllo delle autorizzazioni per l’esercizio delle attività ed all’emissione degli scontrini. A mercato chiuso tutti gli operatori potrebbero conferire i sacchi di rifiuti all’interno di cassoni dell’Amiu. Purtroppo, la maggior parte dei venditori ambulanti che lavora nel mercato di Talsano non si rende conto che questo atteggiamento crea problemi e disagi ai residenti della zona. Quando invece basterebbero piccoli e semplici gesti per aiutare a tenere pulita la nostra città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche