23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 12:23:14

Cronaca

A Taranto patto anti-evasione

L'Agenzia delle Entrate di Taranto
L'Agenzia delle Entrate di Taranto

TARANTO – Debutta a Taranto il patto anti-evasione con la collaborazione tra Comune e Agenzia delle Entrate. Il Comune di Taranto scende in campo, al fianco dell’Agenzia delle Entrate, per recuperare l’evasione e contribuire, in questo modo, a promuovere l’equità fiscale. L’impegno alla collaborazione è contenuto nel protocollo d’intesa che viene firmato stasera presso Palazzo di Città, dal sindaco Ippazio Stefàno, e dal Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate della Puglia, Aldo Polito. L’accordo regola la partecipazione degli uffici comunali all’accertamento dei tributi erariali, soprattutto attraverso lo scambio di informazioni e l’incrocio di dati, con l’obiettivo di incrementare l’efficacia della strategia anti-evasione.

La collaborazione viaggerà sul canale telematico e si realizzerà, in concreto, mediante l’invio da parte del Comune di “segnalazioni qualificate”, ovvero notizie e circostanze in grado di rivelare, con chiarezza e precisione, comportamenti dei cittadini mirati ad evadere le imposte. I due Enti effettueranno, inoltre, l’analisi congiunta della realtà socio-economica locale, abbinata a percorsi formativi specialistici rivolti ai funzionari del Comune. L’Ente locale, secondo quanto previsto dalla legge (Dl n. 138/2011), incasserà il 100% delle somme recuperate grazie alla segnalazione inviata all’Agenzia delle Entrate. Il patto anti-evasione si applica a tutti i settori di attività del Comune dai quali possono emergere indizi di capacità contributiva, come ad esempio: commercio e professioni, urbanistica e territorio, edilizia, residenze all’estero, beni di lusso la cui disponibilità non trova conferma nei redditi dichiarati. Aldo Polito ha dichiarato: “Offriamo anche alla città di Taranto i nostri mezzi tecnologici e il lavoro dei nostri funzionari per recuperare risorse utili al finanziamento dei servizi pubblici, in un momento di obiettiva difficoltà per le famiglie e per i lavoratori. Crediamo che il protocollo d’intesa siglato oggi debba essere il primo passo di un percorso basato sul rispetto delle regole, ma anche sulla sensibilità ai bisogni delle persone.” Sulla stessa linea, il sindaco Stefàno: “Con la sottoscrizione del presente protocollo d’intesa si concretizza l’impegno dell’Amministrazione Comunale a concorrere nel determinare le migliori condizioni per assicurare la legalità con ciò offrendo una doverosa risposta alle aspettative della cittadinanza e delle imprese che correttamente operano nella legalità e che auspicano una forte azione di lotta all’evasione fiscale, così come segnalato anche dalle organizzazioni sindacali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche