Cronaca

Truffa azienda: va sotto processo

Il fatto è accaduto a Belluno


BELLUNO – Un 65enne di Carosino è finito sotto processo per aver truffato una ditta specializzata nella refrigerazione commerciale .
I responsabili dell’azienda hanno consegnato all’uomo materiale per un valore di oltre 89mila euro, fidandosi della fideiussione presentata, ma si sono poi accorti di essere stati raggirati.
L’episodio sarebbe avvenuto tra il dicembre del 2011 e il maggio del 2012.

A mettere in atto il piano truffaldino secondo l’accusa sarebbe stato G. F., classe 1951, originario di Carosino. L’uomo ora è sul banco degli imputati per truffa in un procedimento avviato al tribunale di Belluno.
In qualità di rappresentante di una ditta che ha sede ad Ascoli Piceno l’uomo si sarebbe presentato allo stabilimento bellunese con una fideius­sione di 82mila euro emessa da un istituto di credito siciliano per farsi consegnare alcuni macchinari.

I responsabili dell’azienda non si sarebbero accorti di nulla e, fidandosi, hanno consegnato la merce al sessanta­cinquenne così come era stato richiesto.
A febbraio la prima consegna del valore di 64.107 euro, la seconda a marzo per 25.531 euro, per un totale di 89.539 euro.
Quando i titolari della ditta che vende macchinari per la refrigerazione commerciale si sono accorti del raggiro hanno sporto denuncia nei confronti del 65enne originario di Carosino il quale è finito sotto processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche