Cronaca

«Minori migranti: a pagare è Taranto»

La Commissione Servizi del Comune chiama i parlamentari


TARANTO – “La Commissione Servizi del Comune di Taranto ha invitato tutti i parlamentari eletti nella Provincia di Taranto presso la sede comunale – comunica Alfredo Spalluto Presidente della stessa Commissione – per affrontare le questioni finanziarie relative all’accoglieza di stranieri minori non accompagnati”.
Infatti in riunione della Commissione Servizi si è affrontata la questione dei costi relativi all’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati che sono a carico del Comune.
La legge ha previsto che i Comuni sostenessero queste spese quando gli sbarchi di stranieri sulle nostre coste non erano così massicci ma, allo stato attuale, con gli sbarchi che sono numerosissimi, e con l’hotspot presente a Taranto, anche il numero dei minori è divenuto molto consistente e le spese ricadono sul bilancio del Comune senza rimborsi né dello Stato né della Comunità Europea. Quindi la Commissione all’unanimità ha deciso di invitare i Parlamentari per chiedere il loro intervento in sede parlamentare al fine di mutare le norme che prevedono la copertura delle spese a carico dei Comuni.
“Taranto si distingue per la solidarietà e l’accoglienza ma non è giusto che le spese debbano gravare sui tarantini. Anzi può essere questa l’occasione per rivedere il modello di accoglienza e sollecitare il sistema dei controlli” conclude Spalluto. Incontro lunedì 24 alle 10.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche