Cronaca

Il futuro dell’Ilva senza carbone, se ne discute a Roma

Dopo il convegno organizzato a Taranto, la discussione si sposta nella Capitale


Dopo Taranto, Roma. A seguire l’importante convegno svoltosi a Taranto il 10 ottobre scorso su “Ripensare l’industria siderurgica italiana. L’Ilva, attualità e prospettive”, lunedì prossimo, 24 ottobre, alle 17.00, a Roma presso la sede della Regione Puglia, in via Barberini 36, si svolgerà una tavola rotonda, organizzata da Regione Puglia, Consiglio Nazionale degli Ingegneri e l’Associazione europea per le democrazie locali presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo, sul tema “Verso una road map per la decarbonizzazione: l’avvio della proposta pilota della Regione Puglia. Definire le Modalità Operative di una Consensus Conference Internazionale per il Trasferimento delle Conoscenze dalla Scienza e dai Tecnici ai Decisori Politici”.

Una prosecuzione ideale del lungo e proficuo lavoro di collaborazione con il CNI e di approfondimento sistematico sul tema della de carbonizzazione (proposta, ricordiamo, già formalizzata dal Presidente Emiliano al Governo italiano sin dal 10 ottobre scorso, in occasione della Conferenza sul Clima COP 21 a Parigi).

E' quanto si legge in una nota diffusa dalla Regione Puglia.

La Regione Puglia dunque intende proporsi come “esperienza pilota” in Italia ed in Europa nel percorso di de carbonizzazione, percorso ineluttabile in base agli accordi sottoscritti a Parigi dal nostro Paese e recentemente ratificati dall’Unione Europea.

Obiettivo del meeting è quello di dare avvio ad un Tavolo Tecnico che coinvolga la Regione e il CNI, in grado di elaborare e perfezionare la proposta pilota della Regione Puglia per la definizione di una “Road Map” verso la decarbonizzazione, individuandone con chiarezza tempi e metodi, nonché calendarizzando gli appuntamenti che vedranno impegnati in Puglia i tecnici regionali e gli ingegneri.

L’introduzione ai lavori di lunedì prossimo sarà affidata a Francesco Zarzana (ALDA – Strasburgo), Alessandro Distante (Presidente Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo ISBEM/ALDA – Brindisi) e a Oriano Otocan (Presidente ALDA) in collegamento con il parlamento Europeo in plenaria a Strasburgo.

La Tavola rotonda avrà tre segmenti importanti

  • DISEGNARE UNA ROAD MAP VERSO LA DECARBONIZZAZIONE: Un percorso possibile per l’ottimizzazione dei Processi Produttivi e la Tutela dell’Ambiente?

interverranno Armando Zambrano  (Presidente Consiglio Nazionale degli Ingegneri – CNI), Angelo Masi (Consigliere Nazionale Ordine degli Ingegneri – CNI) e Barbara Valenzano (Direttrice Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche e Paesaggio, Regione Puglia;

  • DISEGNARE UNA ROAD MAP VERSO LA DECARBONIZZAZIONE: Un percorso possibile per la Tutela della Salute?

 Interverranno Eduardo Missoni (Global Health, Ginevra – esperto internazionale di politiche globali per lo sviluppo sostenibile che si divide tra Ginevra e l’America Latina), Paul Wilkinson della Lancet Commission, uno dei massimi esperti mondiali di decarbonizzazione, giunto dalla Gran Bretagna (Paese carbonifero che ha però già varato un piano per l’uscita totale dal carbone entro il 2030, sostituendolo col Gas naturale e le energie rinnovabili) e Maria Neira (Direttrice Dipartimento Salute Pubblica e Ambiente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS).

Modereranno il dibattito Giammarco Surico (Polo Oncologico Salentino) e  Giovanni De Filippis (Direttore Dip. Prevenzione ASL Le);

  • CONCLUSIONI OPERATIVE: AVVIO DI UN TAVOLO TECNICO PER UN PERCORSO DELLA PUGLIA IN EUROPA.

Interverranno Armando Zambrano (CNI, Roma), Maria Neira (OMS, Ginevra) e Michele Emiliano (Presidente Regione PUGLIA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche