13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Cronaca

Assediati da rifiuti di ogni genere, scattano 4 denunce

I carabinieri individuano una discarica abusiva grazie ad un elicottero


Sotto sequestro un terreno utilizzato per stoccare abusivamente rifiuti inerti e materiale vario. Scatta una denuncia a piede libero per i proprietari.

Proseguono i servizi predisposti dal Comando provinciale dei carabinieri e finalizzati a contrastare i reati in materia ambientale. In tale ambito, i militari della Stazione di Pulsano con il supporto di un equipaggio del 6° Nucleo Elicotteri di Bari Palese, che ha provveduto a sorvolare tutta l’area e a indicare le zone da controllare, a conclusione di una mirata attività hanno sottoposto a sequestro un terreno di circa 4.000 metri quadrati, in contrada “Filaccia” nelle campagne di Pulsano.

Gli investigatori dell’Arma hanno accertato che era stata realizzata una discarica, non autorizzata, di rifiuti derivanti da demolizioni edili, con la presenza tra l’altro di onduline in eternit, carcasse di auto, pneumatici, rifiuti solidi urbani e vegetali. I successivi accertamenti hanno consentito di identificare e denunciare in stato di libertà per gestione di rifiuti non autorizzata, i proprietari di diversi terreni. Sono quattro e tutti residenti a Pulsano.

Nel corso dell’attività i carabinieri hanno inoltre constatato che all’interno del terreno vi era un’area nella quale veniva sistemata e bruciata parte dei rifiuti. Le attività di contrasto agli illeciti ambientali da parte dei militari della caserma di viale Virgilio continueranno incessantemente con appositi servizi. Nei giorni scorsi discariche abusive a cielo aperto erano state individuate lungo la S.P. 56 che collega Martina Franca a Noci e a San Giorgio Jonico all’interno di un terreno agricolo, in località “Pozzello” di contrada Baronia. C’erano anche rifiuti pericolosi come recipienti e pannelli in amianto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche