23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

Cronaca

Incastrati due piromani


GROTTAGLIE – Hanno cercato di incendiare la zona delle cave di Fantiano, a Grottaglie. Due piromani sono stati denunciati dalla Polizia. A finire nella rete, nel pomeriggio di ieri, due residenti nella cittadina delle ceramiche, di 49 e 39 anni, già noti alle forze dell’ordine. Sono accusati di incendio boschivo doloso. Gli agenti, erano intervenuti nella zona delle Cave di Fantiano dove erano stati segnalati alcuni roghi che, secondo i primi accertamenti dei Vigili del Fuoco, intervenuti tempestivamente sul luogo, erano senza ombra di dubbio di natura dolosa.

I pompieri impegnati a domare le fiamme, che pian piano si erano propagate in alcuni vigneti ed uliveti minacciando seriamente anche la zona boschiva delle cave, hanno comunicato ai poliziotti che avevano notato alcune persone. Erano state viste mentre continuavano ad accendere piccoli focolai tra le sterpaglie. Così é stata setacciata la zona e i due piromani sono stati individuati. Erano in macchina. Sospettando che i due uomini potessero essere gli autori degli incendi, i poliziotti li hanno fermati per un controllo. Nel corso degli accertamenti, i due hanno cercato di giustificarsi dicendo che si trovavano in zona perchè impegnati dalla mattinata per dei lavori in un vigneto. Ma non erano credibili, anche per l’abbigliamento, non proprio da lavoro. Ad incastrarli anche una tanica di plastica vuota con evidenti tracce di combustibile che i poliziotti hanno trovato nel cofano dell’auto. Condotti in commissariato, con un piccolo stratagemma, i poliziotti hanno accertato definitivamente le loro responsabilità. Infatti, ad uno dei due fermati, che nel corso del primo controllo aveva rifiutato una sigaretta offerta dagli agenti, dicendo di non fumare, hanno chiesto un accendino. L’uomo lo ha subito preso dalla tasca del pantalone. Così, dopo questo ulteriore elemento, i due uomini fermati sono stati denunciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche