19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca

Caldo record, malori e polemiche al Comune


TARANTO – La denuncia arriva dalla Cgil: “Nella giornata di ieri un’impiegata della circoscrizione di Talsano è finita in ospedale per un colpo di calore, giacchè costretta a lavorare in un ambiente non climatizzato, in condizioni stressanti per la carenza di personale, ma con tempi e scadenze da rispettare, così come richiedono le ultime disposizioni di legge”. Il caldo record di questi giorni, insomma, picchia forte e porta con sè anche la polemica sollevata dalla segretaria aziendale Fp Cgil del Comune di Taranto, Marra, e dalla segretaria provinciale Autonomie Locali Fp Cgil Taranto, Lattanzi. A Talsano, ieri, si sono vissuti momenti di paura per la donna, che è stata trasportata immediatamente al Santissima Annunziata.

“Ancora una volta dobbiamo denunciare pubblicamente il mancato rispetto, da parte dell’ente pubblico, delle norme di sicurezza sul lavoro. Ci riferiamo in particolare al decreto legislativo 81.2008, che così recita: la temperatura nei locali di lavoro deve essere adeguata all’organismo umano durante il tempo di lavoro, tenuto conto dei metodi di lavoro applicati e degli sforzi fisici imposti ai lavoratori. Occorre ricordare all’ente che i dipendenti che lavorano alle circoscrizioni ed all’anagrafe sono pochi, molti di loro prossimi alla pensione e con patologie per le quali fruiscono della legge 104, quindi maggiormente esposti a rischi. Chiediamo un intervento immediato per ripristinare adeguate condizioni di vivibilità e sicurezza in ogni luogo di lavoro” si legge nella nota di Marra e Lattanzi. L’episodio accaduto ieri nella borgata è soltanto uno tra i diversi casi di malori legati alle torride temperature di questi giorni. Anche i tarantini hanno dovuto far fronte alla ‘furia’ di Scipione prima e Caronte poi, aspettando l’arrivo del nuovo anticiclone, Minosse. Durante la cerimonia del cambio di comando delle Forze d’Altura, sempre ieri, anche un militare ha accusato un colpo di calore mentre nella giornata di mercoledì si è registrato un black out in città, a causa dei troppi condizionatori e delle temperature elevate. L’estate sembra quindi entrata nella fase più “calda”, in tutti i sensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche